Coronavirus. Si chiude novembre, per l'Abruzzo il mese più... nero dall'inizio dell'epidemia

Con novembre si chiude per l'Abruzzo il mese più... nero, per quanto concerne l'emergenza coronavirus.

In 30 giorni sono stati accertati ben 17.477 casi di Covid-19, cioè il 62,36% dei 28.024 contagi complessivi emersi in regione da febbraio ad oggi. Pesante anche il bilancio delle vittime: 343, solo in questo mese, i decessi, cioè il 38,4% degli 893 complessivi.

Diversi i record registrati negli ultimi 30 giorni: il 14 novembre quello dei nuovi casi emersi in 24 ore, ossia 939; il 21 quello dei pazienti ospedalizzati, 749, e quello del più alto numero di decessi registrati in un solo giorno, 35; sabato 28, infine, quello sul più alto numero di terapie intensive, 77.

Il primo novembre i positivi al virus erano 6.633, oggi sono 18.192: in trenta giorni il dato è quasi triplicato. Cresciuti in modo rapido anche i ricoveri complessivi, che sono passati da 423 a 790, mentre il numero dei pazienti in terapia intensiva è più che raddoppiato, passando da 36 a 76 unità. È scesa, però, la percentuale dei pazienti ospedalizzati sul totale dei malati: il primo novembre era al 6,38%, oggi è al 4,34%.  30 nov. 2020

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1451

Condividi l'Articolo