Coronavirus. Lanciano. Chiuso l'asilo di Marcianese. La situazione nelle scuole cittadine

Chiuso l'asilo di località Marcianese, a Lanciano (Ch). Ci sono nove bambini e tre operatori positivi. 

La decisione è stata presa dal sindaco Mario Pupillo, di concerto con l'assessore alla Pubblica istruzione, Giacinto Verna, e il dirigente dell'istituto "Don Milani" di cui fa parte il plesso, Mario Gaeta.

"In via prudenziale - spiega il primo cittadino - e in considerazione del divieto di utilizzare dispositivi di protezione per i bimbi al di sotto dei 6 anni di età, sono sospese le attività didattiche in presenza fino a venerdì. La situazione dei contagi nelle scuole dell'obbligo - aggiunge Pupillo - è, al momento, sotto controllo ma in costante monitoraggio. Su una popolazione di 2.746 alunni delle primarie e prima media, abbiamo ad oggi 11 alunni positivi e 41 bimbi in quarantena: il tasso di positività è pari allo 0.4%, a fronte di un tasso di positività cittadino dello 0,8%".

Ad oggi, questi sono i dati relativi alle scuole aperte: 2 positivi e la relativa classe di appartenenza di 21 alunni in quarantena da oggi nella scuola di Principe di Piemonte; 4 positivi nella primaria di Marcianese e 12 in isolamento fiduciario; 1 positivo nella scuola Rocco Carabba e 2 in isolamento fiduciario; 1 positivo nella scuola primaria 7 in isolamento fiduciario ad Olmo di Riccio; 1 positivo nella scuola Bellisario; 1 positivo nella scuola Giardino dei Bimbi; 1 positivo nella media Umberto I. In città i dati dei contagi sono saliti in pochi giorni da 200 a 275

"Una rapida ascesa che ci preoccupa e ci tiene in allarme. La grande partecipazione allo screening del fine settimana, con 7.484 tamponi eseguiti che hanno permesso di individuare 41 positivi asintomatici, testimonia il senso civico della maggioranza dei cittadini e il valore straordinario dei volontari i campo: una menzione particolare di merito per gli 850 piccoli concittadini dell'età della scuola dell'obbligo in presenza che si sono sottoposti al tampone e per i giovani delle superiori che hanno raccolto l'invito dei rappresentanti d'istituto, oltre che dei dirigenti scolastici, a partecipare in massa. Non possiamo permetterci distrazioni o ulteriori peggioramenti alla luce dei dati che ci arrivano dagli ospedali in Abruzzoi, dai reparti saturi alle terapie intensive al tasso di occupazione allarmante del 40%".  22 feb. 2021

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1925

Condividi l'Articolo