Coronavirus. Primo caso in Abruzzo. E' un uomo giunto in villeggiatura dalla Brianza

Un uomo, ricoverato nel reparto di Malattie infettive dell'ospedale di Teramo, è risultato positivo al primo test per il Covid 19. La conferma definitiva del contagio arriverà solo con gli esiti del secondo esame, che sarà eseguito all'istituto Spallanzani di Roma.

Lo comunica il Servizio Prevenzione e Tutela della Salute della Regione. Il paziente, residente nella bassa Brianza, è arrivato a Roseto degli Abruzzi (Te) insieme con la famiglia, per trascorrere qualche giorno nella loro abitazione di villeggiatura. Lui è un impiegato di banca di 50 anni, giunto nella casa estiva della costa teramana da Brugherio (Monza), nella giornata di venerdì scorso, assieme alla moglie 47enne e ai due figli piccoli.

Al presentarsi dei sintomi della malattia, ieri è stato subito ricoverato e sottoposto al primo test che, eseguito a Pescara, è risultato positivo. In accordo con la Protezione civile sono già state messe in atto tutte le procedure previste e la famiglia messa in isolamento.

Il presidente della Regione, Marco Marsilio, ha sentito il sindaco di Roseto, Sabatino Di Girolamo, il quale ha deciso in qualità di autorità sanitaria di chiudere precauzionalmente le scuole. Marsilio è in continuo contatto con l'assessore alla salute, Nicoletta Verí, e il dirigente della Protezione civile regionale, con il ministro Roberto Speranza e con il commissario Angelo Borrelli, che stanno seguendo, con la Asl di Teramo, la ricostruzione di tutti i movimenti dell'uomo ricoverato per decidere le misure da adottare.

 "L'Abruzzo continua a rimanere regione fuori cluster - dice Marsilio - stiamo lavorando e lavoreremo per mettere in quarantena quanti sono stati a stretto contatto con questo paziente".

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 2629

Condividi l'Articolo