Coronavirus. Castiglione Messer Raimondo: dopo 14 decessi, i primi guariti

 Primi casi di guarigione dal Covid-19 a Castiglione Messer Raimondo (Te), inserito in zona rossa e considerato la "Vò d'Abruzzo", con circa 80 casi di infezione e 14 decessi.

Si tratta di un 63enne e un 80enne: entrambi ricoverati in ospedale, da alcuni giorni sono potuti tornare a casa e sono risultati negativi ai test di controllo. "In uno dei momenti più difficili che la nostra comunità ricordi - afferma il sindaco, Vincenzo D'Ercole - la notizia delle prime guarigioni rappresenta un segnale di speranza, forse il primo di questi giorni durissimi. Speriamo ora di poter continuare ad aggiornare il bollettino dei pazienti che si sono rimessi e non quelli dei malati o delle vittime. Da alcuni giorni, infatti, sembra che la diffusione del contagio abbia rallentato la sua corsa".

Anche il primocittadino, 30 anni, uno dei sindaci più giovani d'Abruzzo, è risultato positivo, seppur in forma asintomatica, ed è in isolamento domiciliare. Il test di controllo, nei giorni scorsi, non ha dato l'esito sperato: ha ancora il Covid-19 ed è in attesa di essere sottoposto ad un nuovo tampone. A Castiglione è risultato positivo al coronavirus il 3,6% della popolazione, una delle percentuali più alte d'Italia, mentre i decessi, nel giro di dieci giorni, sono stati quasi la metà di quelli registrati in tutto il 2019. Il paese è stato inserito in zona rossa dal presidente di Regione, Marco Marsilio, così come altri centri della Val Fino.

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1337

Condividi l'Articolo