Coronavirus. Pescara l'area più colpita del Centro- Sud Italia

"Quella di Pescara è l'area più colpita del centro Sud Italia. Principalmente per due caratteristiche: un'integrazione economica forte con il resto del Paese e una significativa densità di abitanti, con scambi e forte circolazione di persone".

Così il primario delle Malattie infettive dell'ospedale del capoluogo adriatico, Giustino Parruti, commenta gli ultimi dati sull'emergenza coronavirus in Abruzzo. Dei 3.000 casi di Covid registrati in regione, infatti, 1.351 fanno riferimento alla Asl di Pescara. Nel cui territorio, facendo le dovute proporzioni, lo 0,42% della popolazione è stato contagiato. Il dato è quasi doppio rispetto a quello regionale (0,22%); ma considerando solo le province di L'Aquila, Chieti e Teramo la media scende allo 0,15%.

Al di là del valore assoluto, i dati di Pescara, rapportati al numero dei residenti, dimostrano come la situazione, nel capoluogo adriatico, sia ben peggiore di quelle delle province di Bari, Napoli o Roma. Non a caso, l'ospedale di Pescara è quello che più ha sofferto, soprattutto nella fase iniziale dell'infezione, quando è stata raggiunta in più occasioni la capienza massima di posti letto in terapia intensiva.

Secondo le stime, in un'area in cui il virus ha circolato in modo importante, come in quella di Pescara, attualmente ci sono due o tre positivi ogni mille abitanti. L'Abruzzo è considerata regione 'cerniera' nella diffusione del contagio tra il Nord duramente colpito e il Sud che è riuscito a reggere.

Tra i 305 comuni abruzzesi, non mancano comunque quelli con zero o con un solo caso, cioè di fatto 'Covid free': ne sono più di 150, soprattutto aree interne dell'Aquilano e del Chietino. 

Intanto a Pescara, la cosiddetta Fase 2 è comincia senza problemi lungo le strade, con traffico scarso. Consuete file all'esterno dei supermercati. Qualcuno in bicicletta lungo la riviera. Dopo poco meno di due mesi è tornato anche il mercato di via Pepe dove si possono acquistare solo generi alimentari. A vigilare sul rispetto del distanziamento sociale c'erano degli agenti della polizia municipale. Discreta l'affluenza di cittadini, disciplinati nel rispetto del protocollo sanitario, con guanti e mascherine, così come i venditori ambulanti. Mercoledì riaprirà il mercato rionale lungo la Strada parco. Posti di blocco delle forze dell'ordine in diversi punti della città.

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 958

Condividi l'Articolo