Coronavirus. Quei funerali rom in Molise...  Casi positivi e tamponi anche a Lanciano

I funerali rom di Campobasso hanno strascichi anche a Lanciano (Ch.

Da oltre una settimana sono, infatti, in atto controlli e tamponi in una palazzina Ater di via Vincenzo Bellisario a Lanciano (Ch), nel quartiere Santa Rita. Un viavai  continuo di ambulanze e sanitari che hanno effettuato decine di test per il coronavirus e hanno anche trasferito alcuni contagiati in ospedale per esami e cure. Sono sei i positivi da Covid 19 come rende ora noto il sindaco Mario Pupillo in un messaggio su Facebook. 

Anche in questo caso, come successo anche a Vasto e a Pescara, sott'accusa è la cerimonia funebre del 30 aprile scorso a Campobasso. Quando in decine, in barba alle disposizioni del Governo, sono partiti da varie zone d'Abruzzo e Molise per dare l'ultimo saluto a Pasquale di Rosa, uno degli esponenti più in vista della comunità rom della città,  deceduto a causa di una serie di patologie di cui soffriva. Intere famiglie si sono spostate e sono andate a trovarlo, a casa, quand'era in fin di vita, anche nei giorni precedenti il decesso, dal 26 al 29 aprile, come hanno accertato la Mobile e la Procura di Campobasso, che ha aperto un'inchiesta per epidemia colposa. In molti poi si sono accalcati davanti al carro funebre per dare l’addio alla salma. In Molise, a seguire, si è acceso un grosso focolaio. 

A Lanciano, a causa di ciò, diversi gli infettati, in uno stesso nucleo familiare. I positivi, ora, in città sono saliti a quota 84 complessivi, i guariti sono 46. Otto invece i decessi.  "Abbiamo controllato anche altri condomini per escludere il verificarsi di un potenziale focolaio con i tamponi eseguiti e analizzati in tempi rapidi - afferma ora Pupillo - e questo grazie al dottor Torzi della Asl Lanciano Vasto Chieti che è venuto a Lanciano per seguire da vicino la vicenda, agli operatori impegnati e all'Isituto zooprofilattico di Teramo che già ieri a mezzanotte ci ha comunicato la negatività di tutti i 22 tamponi processati".

Il sindaco, su ordinanza, ha fatto effettuare la sanificazione dell'edificio in questione. "In meno di 12 ore - dice Fausto Memmo, presidente dell’Ater Lanciano-Vasto - la sanificazione è stata eseguita nello stabile di proprietà dell’ente pubblico per l’edilizia residenziale. Non abbiamo perso tempo". Bonificati gli spazi comuni ossia scale, ingresso, ascensore, "in modo da garantire sicurezza alle altre famiglie che vi risiedono”. 

@RIPRODUZIONE VIETATA

LEGGI ANCHE FUNERALI ROM DENUNCIA PARROCO PESCARA

LEGGI ANCHE FUNERALI ROM CONTAGI VASTO

totale visualizzazioni: 6589

Condividi l'Articolo