Coronavirus. L'Abruzzo in zona gialla dopo le feste? Risale il tasso di positività...

L'Abruzzo tornerà in zona gialla dopo il "rosso" delle festività di Natale? Sì, secondo il presidente della Regione, Marco Marsilio, secondo cui dopo il 7 gennaio ci sarà il passaggio da arancio a giallo. Sì, secondo alcune fonti del Governo. Ma la situazione appare molto incerta. 

Per il terzo giorno consecutivo, infatti, il tasso di positività supera il 10%, valore considerato soglia di allarme. Nonostante i pochi tamponi eseguiti nelle ultime ore - 217, numero più basso degli ultimi tre mesi - sono emersi 23 nuovi casi, con un rapporto tra positivi e test pari al 10,6%.

Ben undici i decessi recenti, che fanno salire il bilancio delle vittime a 1.229. Le ultime vittime sono una 99enne di Chieti, un 81enne di Sant'Omero, una 89enne e un 82enne di Ortona, due 82enni di Vasto, un 97enne di Castilenti, un 82enne di Teramo, una 90enne di Castellalto, una 88enne di Torano Nuovo. 

In aumento i ricoveri, che passano dai 473 di ieri ai 480 di oggi. Dei nuovi contagiati il più giovane ha sei mesi e il più anziano 91 anni. A livello territoriale, l'incremento più consistente si registra nell'Aquilano (+19), seguito dal Pescarese (+4) e dal Chietino (+2): nei totali provinciali sono compresi due casi dei giorni scorsi con residenza in corso di accertamento e nel frattempo attribuiti alla provincia di appartenenza. Nessun nuovo caso nel Teramano.

Attualmente i positivi sono 122 in meno e scendono a quota 11.251: 443 pazienti sono ricoverati in ospedale in area medica (+8) e 37 sono ricoverati in terapia intensiva (-1). Gli altri 10.771 (-129) sono in isolamento domiciliare. I guariti delle ultime ore sono 134 (totale 23.266).   02 gennaio 2021

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1418

Condividi l'Articolo