Coronavirus. In Abruzzo 540 nuovi positivi. Va peggio nelle province di Pescara e Chieti

Salgono i contagi da Covid-19 in Abruzzo.

L'indice Rt, di trasmissione del virus, è abbondantemente sopra l'1 e la regione domani dovrebbe essere classificata in zona arancione. Situazione più critica nelle province di Pescara e Chieti e in particolare nell'area metropolitana, dove si registra un boom di contagi, dovuti alla variante inglese. Sono 540 i nuovi casi accertati nelle ultime ore. E' il dato più alto registrato dal 30 novembre ad oggi. Sono emersi dall'analisi di 5.438 tamponi molecolari: è risultato positivo il 9,93% dei campioni.

Cinque i decessi, che fanno salire il bilancio dei morti a 1.538. Le vittime sono un 64enne di Ocre, un 95enne di Nocciano, una 55enne di Bisenti, una 66enne di Chieti, un 90enne di Ripa Teatina. Continuano ad aumentare i ricoveri, che passano dai 548 di ieri ai 555 di oggi: il tasso di occupazione delle terapie intensive sale a oltre il 28%.

I nuovi contagiati hanno età compresa tra 5 mesi e 95 anni. Quelli con meno di 19 anni sono 91: 5 in provincia dell'Aquila, 39 in provincia di Pescara, 32 in provincia di Chieti e 15 in provincia di Teramo.

Gli attualmente positivi sono 10.874 (+67 rispetto a ieri): 502 pazienti (+6) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva e 53 (+1, con 4 nuovi ricoveri) sono in terapia intensiva. Gli altri 10.319 (+60) sono in isolamento domiciliare. I guariti sono 34.274 (+467). Nelle ultime ore sono stati eseguiti anche 7.852 test antigenici.

Incremento dei contagi tra le province di Pescara e Chieti, che da sole registrano 411 casi dei 540. L'incremento più consistente si registra nel Pescarese, con 232 casi in più, secondo dato più alto di sempre dopo il record di 303 di sabato scorso. Segue il Chietino, con 179 casi in più. Numeri più bassi nel Teramano (+72) e nell'Aquilano (+55). Per quanto riguarda l'area metropolitana, la località con più nuovi casi è Pescara: 102 i contagi emersi nelle ultime ore, tra i dati più alti di sempre. Poi ci sono Chieti (+42), Montesilvano (+42), San Giovanni Teatino (+42) - il comune al momento è in zona rossa - Spoltore (+19) e Francavilla al Mare (+15).

Ieri il governatore dell'Abruzzo, Marco Marsilio, ha firmato un'ordinanza che impone il divieto di entrata e uscita dai comuni di Pescara, Montesilvano, Spoltore e Francavilla al Mare. Il sindaco di Pescara con un'apposita ordinanza ha blindato la movida in vista del weekend. "Le proiezioni sui dati trasmessi a Roma per il report settimanale mostrano un forte incremento dell'indice Rt, che oscilla intorno a 1,20 e comunque con un valore minimo intorno o superiore a 1,10. Con questi dati, la Cabina di regia nazionale che si riunirà domani non potrà che classificare l'Abruzzo in zona arancione": dichiara il presidente della Regione, Marco Marsilio. "Se l'ordinanza del ministro verrà pubblicata sabato (com'è probabile) - aggiunge - la nuova disciplina scatterà da domenica 14". COn le conseguenze che ne verranno. Soprattutto per le attività di ristorazione e per gli impianti sciistici che finora non sono riusciti a riaprire e che dovrebbero rientrare in funzione il 15 febbraio. 11 feb. 2021

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1754

Condividi l'Articolo