Coronavirus. Da Diocesi Lanciano-Ortona stop a cortei funebri, via crucis e processioni

Misure precauzionali, che servono a tutelare la salute pubblica. Sono state adottate dalla Diocesi Lanciano-Ortona (Ch) e, i particolare, da monsignor Emidio Cipollone.

L'arcivescovo in particolare che sono sospese fino al 15 marzo prossimo tutte le attività pastorali per adulti, ragazzi e bambini. Fino allo stesso periodo sono sospesi i cortei funebri, le processioni, le conferenze e i concerti ove non sia assicurata la distanza di almeno 1 metro fra i partecipanti. L'ostia consacrata della Comunione dev'essere consegnata dal sacerdote esclusivamente sulla mano. 

Ribadite le già assunte disposizioni come niente acqua nelle acquasantiere e niente scambio della pace nella celebrazione della messa. Sospesa anche la distribuzione dell’Eucarestia a casa, ad eccezione per le necessità dei moribondi.

Sono poi da evitare le condoglianze e i saluti, in chiesa e al cimitero, al termine dei funerali e delle messe di riuscita. Nelle parrocchie inoltre dovranno essere assicurati gli igienizzanti e sarà necessario avere le porte spalancate in chiesa durante le celebrazioni.

Le attività sociali devono essere limitate allo stretto indispensabile ed in ogni caso sarà necessario astenersi da processioni ed eventi devozionali (via Crucis all'aperto in primis in tempo di Quaresima), pellegrinaggi e gite evitando così luoghi affollati e a rischio.

Intanto ci sono parrocchie che hanno cominciato a ridurre il numero delle messe durante i festivi. 

Alessandro Di Matteo

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 5571

Condividi l'Articolo