Coronavirus. Dieci nuovi casi, anche donna di Lanciano. Marsilio: 'Mancano i respiratori'

Dai test eseguiti nel laboratorio di riferimento regionale di Pescara, sono emersi 10 nuovi casi di pazienti positivi al Covid 19. Si tratta un 56enne di San Benedetto dei Marsi (L'Aquila); un 31enne di Cappelle sul Tavo (Pescara); un 51enne di Pescina (Aq); una 82enne di Lanciano (Ch); un 84enne di Castiglione Messer Raimondo (Teramo); una 36enne, una 67enne e un 54enne di Pescara; una 61enne di Civitella Casanova e una 75enne di Guilmi (Chieti). Con gli ultimi casi salgono a 112 i positivi in Abruzzo al Covid 19. Lo comunica il Servizio Prevenzione e Tutela della Salute della Regione Abruzzo. 

Sono 51 i pazienti ricoverati in Terapia intensiva., mentre gli altri sono in isolamento domiciliare. 

Intanto il presidente della Regione, Marco Marsilio, dice: "Non abbiamo ventilatori. Sono strumenti tecnologici sofisticati...  se ne producono in numero limitato nel mondo e dovendo moltiplicarli crolla la capacita produttiva. La sanità è paramentrata su statistiche, elaborate con una certa approssimazione al vero. Adesso siamo quasi disarmati di fronte al loro sconvolgimento. Per questo stiamo cercando di tenere sotto controllo il contagio. Stessa cosa per le mascherine: facciamo fatica a reperirle per gli infermieri che entrano in contatto con malati estremamamente contagiosi - conclude -. Per questo ho chiesto di chiudere tutto lì dove non ci siano esigenze fondamentali". 

E, per supportare il laboratorio dell’ospedale di Pescara, il ministero della Salute – su richiesta della Regione Abruzzo – ha autorizzato l’Istituto zooprofilattico di Teramo all’effettuazione dei test per il Covid 19.

“Considerato l’aumento del numero dei contagi – spiegano Marsilio e l'assessore regonale Nicoletta Verì – e soprattutto la necessità di effettuare un numero consistente di test nelle aree in cui si registra una concentrazione elevata di positività, abbiamo chiesto e ottenuto di affiancare al centro di Pescara, una seconda struttura. E riteniamo che la scelta dello Zooprofilattico sia la soluzione più giusta ed efficace per gestire al meglio l’enorme carico di lavoro".

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 16676

Condividi l'Articolo