Coronavirus. Da Vasto va a Lanciano a trovare il figlio in carcere: arrestata

Nonostante la rivolta, con morti, in ventotto carceri italiane, messe a ferro e fuoco la scorsa settimana per protestare contro la sospensione dei colloqui tra detenuti, avvocati e famigliari, lei non ha desistito.

Clorinda Bevilacqua, 71 anni, di Vasto (Ch), è stata arrestata dai carabinieri di Lanciano (Ch) per essersi recata al supercarcere frentano per far visita al figlio. La sua abitazione l’ha lasciata, oltre che violando il decreto anti spostamento del Governo, mentre era ai domiciliari per un fine pena, con condanna passata in giudicato per vari reati.

Bloccata dai militari, la donna ha sostenuto di avere il permesso per vedere il figlio recluso. Ma, oggi, in tribunale a Lanciano, il giudice Massimo Canosa ha convalidato l’arresto. Poi ha rimesso gli atti alla Procura di Vasto per competenza territoriale, dal momento che è evasa da lì. I difensori della donna, le avvocatesse Marisa Berarducci e Alessandra Michetti, hanno prodotto al giudice un recente documento autorizzativo del tribunale di Sorveglianza che le permetteva di uscire in alcune ore della giornata.

Walter Berghella     

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 10616

Condividi l'Articolo