Coronavirus. Centro anziani Atessa: 18 contagiati e due morti

"Nelle ultime ore siamo stati informati, dal Dipartimento di Prevenzione della Asl Lanciano Vasto Chieti, che nel centro anziani "Santa Maria" di Atessa ci sono altri 9 casi di positività al Covid 19". L'istituto è diventato focolaio d'infezione.

Così il sindaco di Atessa (Ch), Giulio Borrelli. "E' un fatto - dice in una nota - che desta ulteriore allarme. Sono, infatti, alla data odierna, complessivamente 20 i casi di contagio, la metà delle persone, tra ospiti e operatori, che gravitano sul centro: un dato assolutamente allarmante. Questo numero include i due  deceduti nelle scorse settimane. Stiamo aspettando l’esito del test su un terzo ospite venuto a mancare il 10 aprile. Di alcuni dei tamponi fatti non si conoscono ancora i risultati. Le nostre preoccupazioni, purtroppo, si sono rivelate fondate".

Sono settimane che il primo cittadino preme, con una lettera dietro l'altra, anche alle forze dell'ordine, affinché si intervenga. Tant'è che ieri i carabinieri del Nas di Pescara hanno fatto "visita" ai responsabili della struttura. "Nell’impossibilità giuridica di assumere provvedimenti diretti, - prosegue Borrelli - da subito ci siamo rivolti, a seguito delle comunicazioni ufficiali che pervenivano, alle diverse articolazioni della Asl, alla Regione Abruzzo, ai Nas (già il 9 aprile scorso) e alla Prefettura per segnalare il progressivo deteriorarsi della situazione e sollecitare azioni adeguate alla gravità dei casi. Servono controlli e accertamenti sanitari per rendersi conto di quanto sta avvenendo". 

"Rinnoviamo con forza - prosegue - la richiesta di mettere in sicurezza, con immediatezza e urgenza,  e nel modo più rigoroso, ospiti e operatori, e contenere così la diffusione del contagio". Dato che si tratta di una residenza anziani ad intervenire, a questo punto, dovrebbero essere le Usca - Unità speciali di continuità assistenziale, create proprio per l'emergenza Coronavirus. 

@RIPRODUZIONE VIETATA

LEGGI ANCHE CENTRO ANZIANI ATESSA NAS

totale visualizzazioni: 2281

Condividi l'Articolo