Coronavirus. Già 6 i morti nella 'zona rossa' d'Abruzzo. Castiglione come Vo'

Sale a 6 il bilancio dei morti, causa Covid-19, a Castiglione Messer Raimondo (Te), paesino di circa 2.200 abitanti. E' la “Vo’ d’Abruzzo” perché conta già 32 di casi di positività.

All'ospedale di Penne (Pe) è morto un 84enne di Castiglione che aveva patologie pregresse; si aggiunge agli altri cinque deceduti, quattro uomini e una donna.

Tra gli infettati c’è anche il sindaco, Vincenzo D'Ercole, il più giovane primo cittadino della provincia e tra i più giovani della regione, in isolamento a casa. Il vicesindaco Mirko Di Donato parla di "percentuali quattro volte superiori a Bergamo e otto volte quelle della Lombardia". In base ai dati ufficiali è positivo il 2% della popolazione. "Qui - prosegue - quasi tutti hanno la febbre, ci sono anziani che stanno male e non lo fanno sapere". Ci sono poi anche le prime vittime a Elice (Pe) e a Castilenti (Te). Sono tutti centri inseriti nella "zona rossa", assieme a Bisenti, Arsita e Montefino.

Invece a Pescara, nella notte, è morta la persona più giovane tra i contagiati ad Elice: si tratta di una donna che aveva meno di 60 anni. Sempre nel paese del Pescarese è stato eseguito il tampone su un uomo di 86 anni deceduto ieri; si attende il risultato del test. Primi casi di contagio anche a Nereto e Giulianova. 

Alessandro Di Matteo

@RIPRODUZIONE RISERVATA

totale visualizzazioni: 2795

Condividi l'Articolo