Coronavirus. Altri morti a Lanciano, tre al centro anziani 'Santiago'. Decessi a Casoli e Tornareccio

Ci sono altri tre decessi da coronavirus a Lanciano (Ch).

Nelle scorse ore sono morti un uomo di 83 anni, M.T., e una donna di 71, P.R., ospite, quest'ultima, della residenza anziani "Santiago". Si tratta della terza vittima da Covid-19 nella struttura: il primo dell'anno, causa coronavirus, aveva infatti perso la vita G.P., di 78 anni. Il 27 dicembre, invece, si era spento T.N., di 82 anni. Nell'istituto ci sono complessivamente 62 contagiati, ossia 44 ospiti, che sono ricoverati a Chieti e ad Atessa, e 18 operatori sanitari.

Stabile il focolaio nel supercarcere di Villa Stanazzo che fa registrare 51 positivi, tra i quali una decina di agenti. In città i contagi sono in totale 182, come comunica il sindaco Mario Pupillo, che scrive: "All'ospedale "Renzetti" sono arrivati i vaccini contro il Covid19, che spero e mi auguro vengano inoculati al più presto senza perdite di tempo prezioso: è la nostra luce in fondo al tunnel ma non siamo vicini ad uscire da questo incubo. Ricordo che il vaccino immunizza dopo la seconda dose e a 28 giorni dalla prima inoculazione. Io mi vaccinerò quando verrò il mio turno, senza alcun dubbio".

A Casoli, invece, nella residenza anziani che si trova all'interno del presidio "Consalvi" sono risultati positivi in 21, ovvero 17 pazienti e 4 operatori. I degenti sono stati trasferiti all'ospedale di Chieti e alla clinica "Spatocco" per essere sottoposti a cure specifiche. A Casoli la sera della vigilia di Natale è morto A.G., quinta vittima dall'inizio della pandemia. Era all'ospedale clinicizzato di Chieti.

A Tornareccio, "città del miele", non ce l'ha fatta invece, A.D., di 80 anni. 04 genn. 2021

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 3398

Condividi l'Articolo