Coronavirus. In Abruzzo 35 comuni 'zona rossa': chi entra e chi esce

L'Abruzzo resta "arancione", ma con 35 comuni che sono "zona rossa", tra cui l'area metropolitana Pescara Chieti dove, nonostante un mese di maggiori restrizioni, i numeri del contagio restano altissimi.

L'Rt regionale sale a 1,05, mentre la classificazione di rischio complessiva passa da "alto" a "moderato". L'incidenza media settimanale si abbassa in tre province su quattro, tranne L'Aquila, e supera i 250 casi per 100mila abitanti solo a Pescara (327). Analizzando i dati su base territoriale, l'incidenza è al di sopra di 250 in tutta l'area metropolitana.

"Allo stato attuale la regione avrebbe uno scenario compatibile con la zona gialla, mentre gran parte dell'Italia passa in rosso - si legge in una nota del governatore Marco Marsilio -. Se i dati odierni perdurassero anche la prossima settimana, la Regione passerebbe in giallo, se non fosse che, per effetto del nuovo decreto-legge approvato oggi, tutte le regioni gialle passano automaticamente in arancione fino a Pasqua".

Ci sono comuni che restano in "zona rossa" e altri che, invece, vi fanno il loro ingresso, da subito, a seguito dell'ordinanza numero 15 del 12 marzo 2021 a firma del governatore. Questi i centri dove si applicano le massime restrizioni:

- provincia di Teramo: Silvi, Pineto e Roseto e si aggiunge Tortoreto. Attenzione particolare su Colonnella, Alba Adriatica, Castellalto, Mosciano Sant'Angelo e Notaresco; 

- provincia di Chieti: Chieti, Torrevecchia Teatina, Ripa Teatina, Miglianico, Bucchianico, San Giovanni Teatino, Lanciano, Ortona, Francavilla al Mare e Montazzoli. Sotto osservazione Paglieta, Mozzagrogna, Santa Maria Imbaro, Frisa, Castel Frentano, Roccamontepiano, Casalincontrada, Atessa, Guardiagrele, Altino, Torino di Sangro, Orsogna e Colledimezzo. Esclusi salla sorveglianza particolare Vasto e San Salvo;

- provincia di Pescara: città di Pescara, Spoltore, Montesilvano, Città Sant'Angelo, Pianella, Lettomanoppello, Manoppello, Cepagatti. Si aggiungono Collecorvino, Catignano, Rosciano, Moscufo, Cappelle sul Tavo. Escono dalle restrizioni Castiglione a Casauria, Torre de' Passeri, Turrivalignani, Scafa, Caramanico Terme e San Valentino in Abruzzo Citeriore. Osservato speciale è Penne;

- provincia de L'Aquila: Ateleta, Capitignano, Ovindoli, Castelvecchio Subequo, Cagnano Amiterno, Pizzoli. Esce Roccaraso, ma si aggiungono Sante Marie e Rivisondoli. Sotto stretta sorveglianza Barete, Campo di Giove, Prezza, Rocca di Mezzo, Scontrone, Pescocostanzo, Castel di Sangro e Pratola Peligna.

Le misure restrittive in vigore su tutto il territorio regionale, come quella della chiusura delle scuole, per effetto dell'ordinanza, vengono prorogate fino a domenica 21 compresa. 12 mar. 2021

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 8346

Condividi l'Articolo