Coronavirus. In Abruzzo 178 nuovi casi. 'Nessun problema con le terapie intensive'

Sono 178 i nuovi casi di Covid 19 in Abruzzo, scovati grazie a 3.668 tamponi effettuati.

I positivi hanno età compresa tra 1 e 92 anni. Quelli con età inferiore ai 19 anni sono 27, di cui 17 in provincia dell'Aquila, 5 in provincia di Pescara, 2 in provincia di Chieti e 3 in provincia di Teramo.

Dei nuovi casi, 86 sono riferiti a tracciamenti di focolai già esistenti. Il sistema ospedaliero regge, al contrario di quanto asserisce una ricerca nazionale, diffusa oggi, secondo cui le terapie intensive della regione sarebbero già in sofferenza, addirittura con un tasso di saturazione del 150 per cento. Ma non è così, come ribattono il governatore Marco Marsilio e  l'assessore regionale alla Salute, Nicoletta Verì. Quest'ultima spiega: "Il sistema è perfettamente in equilibrio e sotto controllo. Attualmente l'Abruzzo ha una dotazione complessiva di 123 posti letto di terapia intensiva, che accolgono sia pazienti Covid, sia pazienti non Covid. Della dotazione aggiuntiva da istituire, ne risultano formalmente attivati 7 e dato che i malati in terapia intensiva sono 11, ecco come è stato ricavato il dato del 150 per cento di saturazione". Quindi al momento ci sono 11 posti occupati su 123 disponbili. Dei 66 aggiuntivi previsti 28 sono stati attivati. 

Il bilancio dei deceduti resta fermo a 491. Sono complessivamente 5.825 i casi registrati dall'inizio dell'emergenza e tra essi ci sono 3.174 dimessi/guariti (+10 rispetto a ieri).

Attualmente i positivi sono 2.160 (+167 rispetto a ieri). Di essi 167 pazienti (+8 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 11 (+1 rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 1.972 (+148 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl.

Finora sono stati eseguiti 237.943 test.

Del totale dei casi positivi, 1.172 sono residenti o domiciliati in provincia dell'Aquila (+89 rispetto a ieri), 1.290 in provincia di Chieti (+32), 2.142 in provincia di Pescara (+15), 1.131 in provincia di Teramo (+36), 43 fuori regione (-1) e 47 (+6) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza. La città più colpita rimane L'Aquila, on 35 casi; poi ci sono Avezzano, con 20; Montesilvano e Celano 8, Bisenti 7; Sulmona 5; Isola del Gran Sasso, Chieti, Pescara e Teramo 4. 

E a proposito di coronavirus è di oggi la notizia che Marsilio ha firmato la prima ordinanza per procedere ai lavori di potenziamento delle strutture sanitarie.  Con la centrale di committenza Aric sono stati definiti 39 interventi, per circa 19 milioni di euro di investimenti.Nello specifico 14 sono i progetti della Asl dell’Aquila (3.942.640 euro); 7 progetti per quella di Chieti (4.191.520 euro); 10 riguardanti la Asl di Pescara (3.937.240 euro); 8 l’azienda sanitaria di Teramo (6.661.568,77 euro). 

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 920

Condividi l'Articolo