Coronavirus. Lanciano. Un'altra vittima nella residenza 'Villa Novecento'. Altri ecessi

Si allunga, a Lanciano (Ch), la lista di lutti dovuti al Covid-19, col dato aggiornato ad oggi che parla di 60 decessi nella fase violenta della pandemia iniziata nello scorso novembre.

L’ultima scomparsa riguarda una pensionata di 96 anni, M.M., ospite della residenza anziani "Villa Novecento", che conta ancora 33 positivi, tra cui alcuni membri dello staff socio – sanitario. Finora nella struttura ci sono state due vittime a seguito del focolaio scoppiato a fine marzo. Nel triste elenco dellle vittime anche A.G.M., 94 anni, che si è spento all'ospedale clinicizzato di Chieti e M.S., 76 anni, che è morto a Giulianova (Te). 

A Lanciano ieri era morta M.G., 78 anni, mentre a Lettopalena non ce l'ha fatta D.P., nonnino di 92 anni. Quanto ai contagi registrati nelle strutture anziani... "Villa San Pio", in viale Cappuccini, i 17 ospiti sono stati già tutti trasferiti per cure nei vari ospedali della Asl. "Con le ultime comunicazioni della Asl – aggiorna il sindaco Mario Pupillo - il bilancio degli attualmente positivi rimane stabile a 181. Alle famiglie dei due ultimi deceduti faccio pervenire le più sentite condoglianze a nome mio e della città per queste perdite".

"Da oggi – avverte Pupillo - siamo in "zona arancione" in cui resteremo fino a fine mese, come disposto dal Decreto legge del 1° aprile. Domani tornano finalmente in classe i nostri piccoli concittadini, dopo quasi un mese di didattica a distanza. A loro auguro buon rientro in aula". Con l’ingresso in zona arancione a Lanciano cessa anche l’ordinanza restrittiva che chiudeva parchi e giardini e vietava lo stazionamento nelle principali strade e piazze del centro per evitare pericolosi assembramenti. 06 apr. 2021

Walter Berghella

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1147

Condividi l'Articolo