Coronavirus. In due settimane in Abruzzo più che raddoppiati i ricoveri

Rapido incremento, in Abruzzo, del numero dei pazienti ricoverati negli ospedali a causa del Covid-19.

Nel giro di due settimane sono più che raddoppiati, con un aumento del 140% circa. Lo scorso 28 settembre erano 62, oggi sono 148. Tra questi, undici pazienti sono intubati (+ 3 risptto a ieri), in terapia intensiva, in aumento rispetto alle quattro di due settimane fa (+175%).

In poche ore - nel giorno in cui in regione ci sono 117 nuovi positivi, i malati in terapia non intensiva sono aumentati di 21 unità, passando dai 116 di ieri ai 137 di oggi. Dopo la tregua estiva - tra luglio e agosto si era arrivati a una decina di degenti in ospedale e a zero ricoveri in terapia intensiva - con la ripresa della circolazione del virus è cresciuto anche il numero delle persone con sintomi acuti. Di conseguenza, il numero dei ricoveri sale, giorno dopo giorno, in modo costante.

Lunedì 5 ottobre erano 79 (+ 3 rispetto al giorno precedente), martedì 6 erano 87 (+8), mercoledì erano 94 (+7), giovedì 97 (+3), venerdì 107 (+10), sabato 117 (+10) e domenica 124 (+7), fino ad arrivare ai 24 in più di oggi, incremento più consistente nella seconda ondata dell'epidemia. I 148 pazienti ospedalizzati rappresentano il 10% circa degli attualmente positivi al virus, che sono 1.532: gli altri 1.384 sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl.

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 831

Condividi l'Articolo