Coronavirus. Abruzzo. In aumento i contagiati che arrivano a 2.443

In Abruzzo, dall'inizio dell'emergenza, sono stati registrati 2.443 casi di Covid 19, diagnosticati dai test eseguiti nel laboratorio di riferimento regionale di Pescara, dall'Istituto Zooprofilattico di Teramo e dall'Università di Chieti.

Rispetto a ieri si registra un aumento di 97 casi, su un totale di 1.113 tamponi analizzati (8.7 per cento di positivi sul totale). Nella giornata di ieri (16 aprile) i positivi erano stati 72, su un totale di 1.042 tamponi (6.9 per cento).

319 pazienti (- 5 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva (46 in provincia dell'Aquila, 90 in provincia di Chieti, 123 in provincia di Pescara e 60 in provincia di Teramo), 43 (+1 rispetto a ieri) in terapia intensiva (13 in provincia dell'Aquila, 9 in provincia di Chieti, 12 in provincia di Pescara e 9 in provincia di Teramo), mentre gli altri 1.580 (+96 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl (122 in provincia dell'Aquila, 352 in provincia di Chieti, 696 in provincia di Pescara e 416 in provincia di Teramo).

Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 246 pazienti morti (+3 rispetto a ieri). I nuovi decessi riguardano una 96enne di Pescara, un 86enne di Cellino Attanasio e un 76enne di Fara Filiorum Petri. Sono 255 guariti (+2 rispetto a ieri).

Dall'inizio dell'emergenza Coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 25436 test, di cui 17877 sono risultati negativi. Del totale dei casi positivi, 233 si riferiscono alla Asl Avezzano-Sulmona-L'Aquila, 553 alla Asl Lanciano-Vasto-Chieti, 1042 alla Asl di Pescara e 615 alla Asl di Teramo.

I 97 casi di oggi si riferiscono 1 alla Asl Avezzano-Sulmona-L'Aquila, 54 alla Asl Lanciano-Vasto-Chieti, 38 alla Asl di Pescara e 4 alla Asl di Teramo.

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1437

Condividi l'Articolo