Sparatoria tra albanesi nella zona industriale di Lanciano: condanne per oltre 31 anni complessivi

Durissime condanne, per complessivi 31 anni e 6 mesi, per la sparatoria con due feriti alla zona industriale Follani di Lanciano (Ch) avvenuta la sera del 18 aprile 2021 dopo un litigio tra due gruppi di albanesi, uno che sta a Lanciano l’altro nel comprensorio.

Oggi pomeriggio la sentenza del gup di Lanciano, Giovanni Nappi, con rito abbreviato. Per il principale imputato, lo sparatore Altin Pojana, 40 anni, di Fossacesia (Ch), difeso dagli avvocati Paolo Sisti e Vincenzo Menicucci, 13 anni e 4 mesi di reclusione; per Behar Gjoka 6 anni e 8 mesi e 6 anni per Florence Kurti, entrambi di 26 anni, residenti ad Altino (Ch), difesi dagli avvocati Antonio e Francesco Valentini dell’Aquila. Infine inflitti 5 anni e 4 mesi ad Amarildo Ferko, 24 anni, di Altino, difeso da Silvana Vassalli, l’unico con l’obbligo di dimora. Gli altri sono ancora in carcere.

Gioka, Kurti e Ferko assolti dall'accusa di ricettazione della pistola da cui sono partiti i colpi, mai trovata.

Gli avvocati preannunciano appello dopo la lettura delle motivazioni. Il gup ha poi deciso come provvisionale, un risarcimento danni di 150 mila euro per Oltjon Kurti, 30 anni, colpito alla schiena ed ora paralizzato sulla sedia a rotelle, patrocinato dall’avvocato Paolo Calcinaro, di Fermo, e 6 mila euro per Enea Shermadhi, 24 anni, patrocinato dall’avvocato Paolo Di Ienno. Il resto in separata sede civile. Oltjon aveva chiesto un milione e mezzo di danni.

Nella scorsa udienza Pojana si era difeso sostenendo: "Proiettile partito accidentalmente mentre correvo. Siamo andati sul posto per discutere. Non ero armato e l'arma l’ho trovata lì".  La sua difesa ha depositato una perizia balistica nella quale si conferma questa tesi, ossia che che lo sparo è stato involontario, avvenuto in fase di caduta di Pojana. Entrambi i piedi erano staccati da terra e il corpo sbilanciato, come evidenzia un minuto di video rinvenuto dai carabinieri. "Lo conferma il foro alla schiena entrato dal basso verso l’alto", sottolinea Sisti. 

A fine requisitoria il pm Francesco Carusi aveva chiesto la condanna a 10 anni e 8 mesi per Pojana; 7,4 anni per Gjoka e Kurti, infine 6 anni per Ferko.

WALTER BERGHELLA

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 3099

Condividi l'Articolo