Con l'auto contro un albero: quattro morti nel Pescarese, tra cui padre e figlio

L'auto si è accartocciata contro un albero e in quattro hanno perso la vita.

L'incidente si è verificato la scorsa notte sulla provinciale 59, in contrada Pischiarano di Moscufo, a Pescara. Sul posto sono intervenuti i carabinieri, i vigili del fuoco e il 118.

L'auto su cui viaggiavano, un'Audi A5, secondo una prima ricostruzione, è uscita fuori strada ed è finita contro un grosso tronco di una pianta secolare. La vettura si è distrutta. Si è dilaniata e fatta a pezzi. La pianta è penetrata nell'abitacolo, spaccandolo in due.

Le vittime sono il conducente dell'auto, Adriano Sborgia, 34 anni, giardiniere, di Moscufo; Maurizio D'Agostino, 50 anni, operaio, di Pescara; Fabrizio, agente di commercio, e Simone Cerretani, di 54 anni e 24 anni, padre e figlio, di Spoltore (Pescara). 

Vista la violenza dell'impatto e considerati i danni, non è escluso che all'origine dello schianto ci sia stata la forte velocità. Lanciato l'allarme, attorno alle 2.30, sul posto è intervenuto il personale sanitario del 118, ma per i quattro non c'era già più niente da fare. Intervenuti anche vigili del fuoco e i carabinieri della compagnia di Montesilvano (Pe), per gli accertamenti del caso.

Le vittime, irriconoscibili, erano incastrate fra le lamiere; qualcuno aveva anche delle ustioni perché il motore è scoppiato, con l'olio bollente che è uscito.

Il gruppetto, a quanto risulta, era stato prima a cena in un ristorante di Moscufo, quindi si era trasferito alla discoteca Momà di Collecorvino (Pe) per ballare. Al ritorno dal dancing si è consumato il dramma. 

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 2253

Condividi l'Articolo