Chieti. Escursionista scivola per 400 metri sui ghiacci della Majella. E' grave

È scivolato in un dirupo per 400 metri, su ghiaccio e neve; poi una caduta di circa 20 metri fino ad arrestarsi in prossimità di un altro salto.

E' successo a Pennapiedimonte (Ch), ad un escursionista 37enne di Napoli, maresciallo della Guardia costiera di Giulianova (Te), che in compagnia di un amico stamane ha raggiunto il bivacco Fusco, sulla Majella. L’incidente è accaduto proprio mentre i due si apprestavano a scendere, da 2.500 metri, poco dopo aver lasciato l'accampamento.

L’allarme è stato lanciato dall’amico, che ha visto il compagno d'avventura mettere un piede in fallo e poi precipitare ruzzoloni. L'allerta è stata inoltrata prima ai carabinieri, quindi al Soccorso alpino e al 118. 

Immediato è stato l’intervento dell’eliambulanza dalla base di Pescara. Per il forte vento lo sbarco dei sanitari e di due tecnici del Soccorso alpino e speleologico è avvenuto a circa 200 metri di distanza dal ferito, in gravi condizioni. Con la barella l’equipe ha raggiunto l’infortunato a piedi, ha provveduto alle prime cure e ha predisposto il recupero con il verricello. L’uomo, nonostante le escoriazioni e i numerosi traumi riportati, non è in pericolo di vita, ma è ricoverato all’ospedale di Pescara in prognosi riservata.

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 942

Condividi l'Articolo