Castel Frentano. Botte e minacce di morte alla moglie: arrestato 34 enne

Botte, in faccia e sulla testa. E continue minacce di morte. Dopo anni di soprusi ha denunciato le violenze subite e il marito è stato arrestato. 

In cercere è finito Ayad Abdelaali, 34enne, residente con la famiglia a Castel Frentano (Ch). Nei giorni scorsi la moglie, di origini marocchine come lui,  si è presentata davanti ai cancelli della caserma di Castel Frentano (Ch), con i tre figli minorenni, l’ultimo dei quali di soli due anni. Ha chiesto alle forze dell'ordine di intervenire nei confronti del consorte, spiegando di essere da diversi anni al centro di maltrattamenti. La donna e i suoi bambini, molto spaventati e provati, sono stati accolti in caserma, dove hanno ricevuto una prima assistenza dagli stessi militari e dove lei ha poi potuto raccontare, con maggiore tranquillità, tutta la vicenda che la vede coinvolta.

In particolare, ha riferito di continui episodi di minacce da parte del coniuge che, inoltre, la costringeva anche a non uscire da casa, facendole presente che, in caso contrario, l'avrebbe ammazzata. Ha anche puntualizzato che il suo vivere quotidiano era fatto di spintoni e percosse al volto e sul capo, seppur mai refertate per l’impossibilità di poter raggiungere autonomamente l’ospedale.

Recente l’ultimo episodio di violenza, che l'ha convinta a far intervenire i carabinieri, i quali hanno raccolto una dettagliata denuncia ed hanno trasmesso un corposo rapporto alla procura della Repubblica di Lanciano. La signora, nel frattempo, è stata affidata ai Servizi sociali del Comune dove abita e collocata in una struttura protetta, come previsto dalla vigente normativa in materia di “Codice rosso”.

Ieri pomeriggio, i carabinieri di Castel Frentano hanno dato esecuzione ad un provvedimento di custodia cautelare, emesso dal gip del Tribunale di Lanciano, su richiesta del pm Serena Rossi. L'uomo è stato rinchiuso in prigione a Vasto (Ch) e rischia la condanna ad una pena che va dai 4 ai 9 anni di reclusione.

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 3942

Condividi l'Articolo