Atessa. Dopo 15 giorni di agonia muore operaio Sevel
GUARDA LE FOTO

Dopo 15 giorni di agonia si è spento in ospedale. E' morto ieri Vincenzo Di Loreto (nella foto), 53 anni, residente a Castel Frentano (Ch), operaio Sevel e titolare di una rivendita di articoli per caccia e pesca nel cuore di Atessa (Ch), vittima di un incidente in moto.

Lo scorso 2 ottobre alla guida del suo Piaggio, nel centro di Atessa, è finito contro un’auto, una Ford Fiesta che procedeva in salita, mentre lui scendeva con lo scooter. Violentissimo l’urto, terribili il volo e la caduta sull'asfalto. Immediati i soccorsi per l’uomo: una lunga scia di sangue aveva già fatto presagire una condizione gravissima. Il 118 del locale ospedale aveva effettuato i primi soccorsi, poi il trasferimento a Pescara, al Neurochirurgico.

Lesioni gravissime, alla testa e al volto. Aveva perso anche un occhio. Purtroppo, nonostante gli interventi chirurgici, non c'è stato nulla da fare per salvarlo. 

Secondo le indagini, all’origine dello schianto c'è una precedenza non rispettata, all'incrocio tra via Matteotti e via Rue di Piano.

Di Loreto lascia la moglie Antonella Gentile, i figli Rita, Benedetta e Tommaso, il padre Tommaso e la mamma Maria. Per la sepoltura bisognerà attendere il nulla osta della magistratura che ha aperto un'inchiesta.  18 ott. 2020

Alessandro Di Matteo

@RIPRODUZIONE RISERVATA

totale visualizzazioni: 9598

Condividi l'Articolo