Atessa. Donna trovata senza vita in casa: si fa strada l'ipotesi della morte accidentale

Si fa strada l'ipotesi della morte accidentale. E' la pista seguita dagli investigatori riguardo alla fine di Maria Di Croce, 45 anni, trovata senza vita, ieri pomeriggio, nella sua abitazione nel centro storico di Atessa (Ch). 

Era nel bagno di casa, in una pozza di sangue. E' stato un conoscente, che era andato da lei, a scoprire la terribile scena. L'uomo ha lanciato l'allarme, ha chiamato i soccorsi. Sul posto è arrivata un'ambulanza del 118 di Atessa. Ma per la donna, che aveva l'arteria femorale recisa, non c'era più niente da fare. 

Sono arrivati i carabinieri, anche con il reparto scientifico, ad hanno avviato accertamenti e rilievi. La salma è stata portata all'obitorio dell'ospedale di Chieti per l'autopsia, che dovrà chiarire le cause del decesso.

Questa mattina un'informativa è stata rimessa alla Procura di Lanciano (Ch). Dai primi riscontri pare che la donna, che aveva una fastidiosa cisti nella zona inguinale, potrebbe aver deciso di incidere da sola l'escrescenza, intaccando involontariamente l'arteria femorale e generando l'emorragia che in breve l'ha portata alla morte. C'è poi il fatto che lei aveva problemi di droga, circostanza sulla quale sono in corso comunque approfondimenti. 

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 4796

Condividi l'Articolo