Atessa. Ubriaco al volante, malmena i carabinieri che gli fanno l'alcoltest

Lo hanno fermato durante normali controlli sul traffico. E sembrava piuttosto alticcio. In effetti lo era e alla fine si è cacciato nei guai.

E' il resoconto della scorsa notte da parte della compagnia dei carabinieri di Atessa insieme agli uomini della stazione di Archi (Ch). 

Il fatto si è verificato in contrada Piane d'Archi, verso le 23, quando i militari hanno fermato G. G.D., 38 anni, di origine leccesi e attualmente residente ad Atessa (Ch), che procedeva con la sua auto, un PK Tata nero. All'alt intimato, i carabinieri hanno notato subito che l'uomo era "affetto da forte sintomatologia alcolica" e hanno deciso di titrare fuori l'etilometro. L'uomo ha assunto nei loro confronti "un atteggiamento spigoloso e minaccioso tant’è che la pattuglia decideva di far intervenire un secondo equipaggio in supporto". 

Dopo diverso tempo, l'automobilista, inizialmente contrariato, è stato sottoposto ad alcoltest. Inequivocabile l'esito "indicativo del suo stato di ebrezza, 2,27 g/l, quasi 5 volte superiore al limite di legge". Nell'attesa di effettuarela seconda prova, prevista per legge, ha prima aggredito il militare che stava effettuando l'accertamento tecnico e successivamente ha scaraventato a terra un altro carabiniere, che ha riportato lesioni lievi.

E' stato così arrestato in flagranza di reato e, su disposizione del pubblico ministero Francesco Carusi, posto ai domiciliari, per i reati di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali. In attesa di giudizio, dopo la convalida dell'arresto, è stato rimesso in libertà. All'uomo è stata ritirata la patente di guida. La macchina è stata sequestrata. 

Alessandro Di Matteo

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 4398

Condividi l'Articolo