Lanciano. Droga dietro il termosifone: arrestato un giovane di 26 anni

Sorpresa dietro il termosifone: c’è droga e scatta il secondo arresto di Natale in pochi giorni per detenzione di stupefacenti.

Oggi è finito ai domiciliari il dominicano Antony B.G.C., 26 anni, residente a Lanciano (Ch). Il giovane il 17 ottobre scorso è stato picchiato dietro l'ex stazione Sangritana-Tua, assieme all'amico Giuseppe Pio D'Astolfo, 18 anni, finito in coma per settimane. L'aggressione da parte di un gruppetto di scalmanati.

Adesso, invece, è stato stanato dalla polizia che stava controllando, nel centro storico, corso Umberto I, ritenuto luogo di spaccio. Gli agenti hanno fermato due donne che vivono nell’abitazione sotto controllo e vi hanno poi fatto irruzione.

In casa, dove si sentiva odore di stupefacenti, c’era il dominicano che ha cercato di nascondere cocaina, marijuana e hashish in suo possesso. Nella perquisizione è stata scoperta altra droga dietro al calorifero e in varie stanze. Sequestro totale di quasi 90 grammi, di cui 80 di marijuana, già suddivisi in dosi e pronti per essere spacciati sulla piazza frentana.

La Scientifica del commissariato ha confermato tipologia e peso di quanto sequestrato dopo appositi test. A fine operazione è stata denunciata per detenzione di marijuana anche la sorella dell’arrestato. Il servizio è stato predisposto dal questore Annino Gargano, diretto dalla dirigente Lucia D’Agostino e coordinato dal commissario Mario Di Giuseppe.  28 dic. 2020

Walter Berghella

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 3909

Condividi l'Articolo