Lanciano. Buoni risultati per tre atleti della Ssd Blusport ai Campionati europei di salvamento
GUARDA LE FOTO

Eccellenti risultati per tre atleti abruzzesi della società sportiva dilettantistica Blusport di Lanciano (Ch) ai Campionati europei per Club di nuoto per salvamento che si sono tenuti a Riccione.

La competizione, che ha segnato la conclusione della stagione agonistica della società, si è divisa tra gare in piscina e in spiaggia. A rappresentare la Blusport ai Campionati europei ci sono stati Angelo Di Fonso di Torino di Sangro (quarto a Manichino Pinne e Torpedo e undicesimo a Superlife), Ilenia Spadaccini di San Vito Chietino (quinta a Manichino Pinne, decima a Manichino Pinne e Torpedo e dodicesima a Superlife) e Virginia Sanvitale di Ortona (settima nello Sprint sulla Spiaggia e unica italiana tra le prime 16). Un piazzamento degno di lode per i giovani atleti d'Abruzzo alla loro prima esperienza in una competizione internazionale.

Il risultato conseguito è il giusto coronamento di una stagione lunga e ricca di soddisfazioni per la Blusport, che ha raggiunto  buoni risultati individuali in piscina, oltre a e ben tre podi nei Campionati italiani in Spiaggia con Virginia Sanvitale, che si è riconfermata, per il secondo anno consecutivo, campionessa italiana dello Sprint sulla Spiaggia centrando anche il titolo di campionessa italiana Youth nella speciale classifica riservata ai giovani, e Ilenia Spadaccini, terza nella stessa gara nella sua categoria, e quinta in classifica Youth.

Dal primo ottobre l’intera squadra ha iniziato gli allenamenti quotidiani della nuova stagione presso l’impianto Fitness & Wellness di Lanciano. Ma che cos’è il salvamento? Lo abbiamo chiesto al presidente Gianluca Camaioni, diplomato Isef e allenatore di nuoto da oltre venti anni: “Gli atleti che praticano questo sport vengono paragonati ai bagnini, ma non è così. Il nuoto per il salvamento è una disciplina sportiva appartenente alle specialità acquatiche patrocinate dalla Federazione italiana nuoto; questa prevede la partecipazione a diverse gare svolte tra piscina e spiaggia (sia in mare che sulla sabbia). Queste competizioni permettono a ogni atleta, vista la varietà di prove richieste, di trovare la propria dimensione in cui esprimersi al meglio. L’attività agonistica nazionale e internazionale si articola in prove singole e staffette, il tutto finalizzato a simulare agonisticamente una situazione più o meno veritiera di salvataggio in acqua. Il salvamento sportivo è un vero e proprio sport pari al nuoto, alla pallanuoto e a qualsiasi altra disciplina. Questo, forse più degli altri, richiede grande resistenza alla fatica e una maturità fisica e mentale”.

Fanno parte dell’associazione Blusport, oltre a Camaioni, il tecnico del Salvamento e propaganda, Mario Tosto; gli istruttori di nuoto, Alessandro Marrone e Giorgia Rosini, e gli operatori della Tma (Terapia multisistemica in acqua), Fabio Falcone e Andrea De Blasio.  

Linda Caravaggio

@RIPRDUZIONE RISERVATA

Nelle foto i giovani della Blusport

totale visualizzazioni: 1218

Condividi l'Articolo