"A Castel di Sangro, che è straordinaria, arriverà un milione di tifosin. Siamo distanti appena un'ora e si muoverà tanta gente. Il Covid ci ha chiaramente limitato nelle scelte, ma Castel di Sangro ha delle strutture che io ignoravo. C'è un campo di calcio spettacolare, sono rimasto impressionato. Nemmeno al San Paolo abbiamo certe attrezzature".

Così questa mattina il patron del Napoli, Aurelio De Laurentiis, nel presentare, all'Hotel Britannique a Napoli, assieme al fratello Edoardo e al presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, il ritiro precampionato degli azzurri a Castel di Sangro (Aq). Con loro anche l’assessore regionale allo Sport, Guido Liris, e il sindaco di Castel di Sangro, Angelo Caruso. C'è un accordo che durerà fino al 2025, con possibilità di rinnovo per altri sei anni. 

"Dopo la gara con il Barcellona - ha proseguito il presidente - in programma l'8, nel caso in cui dovessimo essere eliminati, daremo 12 giorni di riposo alla squadra, quindi ritiro inizierebbe il 20. Nel caso in cui si dovesse passare il turno invece inizierebbe più tardi. C'era indicazione folle della Lega di ricominciare il 12 di settembre, ma se uno deve far riposare i calciatori e poi farli allenare per la nuova stagione, come si fa? Per me il campionato dovrebbe ripartire a fine settembre, o meglio il 4 ottobre".

"Un'opportunità per tutto l'Abruzzo", ha sottolineato Marsilio.

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 743

Condividi l'Articolo