Calcio. Pescara ko con lo Spezia... E Zauri di nuovo sotto esame

PESCARA 1 SPEZIA 2

Reti: 23’ Machin, 24’st Bartolomei, 26’st Gudjohnsen

 Pescara (3-5-1-1): Kastrati, Drudi, Campagnaro (33’st Borrelli), Scognamiglio, Zappa, Machin, Memushaj (31’st Palmiero), Busellato (17’st Ingelsson), Masciangelo, Galano, Brunori. In panchina: Farelli, Del Grosso, Bruno, Cisco, Ciofani, Bettella, Maniero, Vitturini, Di Grazia. All. Zauri

 Spezia (4-3-3): Scuffet, Vignali, Terzi, Capradossi, Ramos, Bartolomei, M. Ricci, Mora, F. Ricci, Gyasi (16’st Gudjohnsen), Bidaoui (32’st Burgzorg). In panchina: Krapikas, Desjardins, Bastoni, Ferrer, Maggiore, Benedetti, Erlic, Ragusa. All. Italiano

 Ammoniti: Vignali, Drudi, Memushaj, Brunori, Machin, Gudjohnsen

 Arbitro: Luca Massimi di Termoli. Assistenti: Alessandro Cipressa di Lecce e Alessio Berti di Prato. IV Ufficiale: Daniele De Santis di Lecce

 Brutto scivolone del Pescara in casa contro lo Spezia che vince allo stadio Adriatico in rimonta con il punteggio di 2-1. Gara dai due volti, come si dice in questi casi, nel pomeriggio caldo e assolato. Il Pescara, in campo con il 3-5-1-1 che aveva dato i suoi frutti ad Ascoli, congela la partita nel primo tempo e al primo assalto segna portandosi in vantaggio. Poi, la grande occasione per raddoppiare prima del 45’. Qualcosa cambia negli spogliatoi dai quali lo Spezia (alla sua prima gara con mister Italiano in panchina) esce più convinto: testa bassa e pedalare, soprattutto nella metà campo biancazzurra. Gli adriatici subiscono il gioco dell'avversario, arrivato in Abruzzo certamente non per fare una scampagnata (anche se il clima avrebbe permesso una bella giornata di mare) e ribalta il risultato in due minuti sfruttando le disattenzioni della difesa pescarese.

 Poi il Pescara, che non ci sta a perdere nuovamente davanti ai propri tifosi, si getta in avanti a caccia del pareggio, che arriva con Brunori, ma l'arbitro, probabilmente per un colpo di sole, interpreta un tocco di coscia con un improbabile fallo di mano, annullando la rete è strozzando in gola l’urlo liberatorio del pubblico di casa. Non bastano gli assalti finali all'arma bianca negli ultimi minuti: il Pescara cede allo Spezia che conquista 3 punti importanti in terra d'Abruzzo, lasciando con un palmo di naso mister Zauri e ‘figli’. Ma il Pescara rientrerà allo stadio Adriatico già tra sette giorni per giocarsela contro il Benevento, la capolista della B.

8’ Spezia pericoloso con un pallone vagante al limite dell'area biancazzurra: la botta di controbalzo di Matteo Ricci, però, non trova la porta di Kastrati
23’ Gooooooooooooool del Pescara! Machin trova la rete con un tiro da fuori area non fortissimo, ma di rara precisione, che si insacca in fondo alle spalle di Scuffet per l’1-0 in favore dei biancazzurri! Il centrocampista adriatico conquista palla sulla trequarti, si propone per vie centrali, tiro e gol: massimo risultato per il minimo sforzo da parte del Pescara al suo primo tiro in porta del match 
40’ Occasionissima per il Pescara che va vicino al raddoppio con Busellato che, da pochi metri dalla porta di Scuffet devia un bel pallone su cross di Masciangelo, ma la sfera passa di pochissimo sulla traversa di Scuffet
44’ Tiro dai 30 metri da parte di Matteo Ricci, ma il pallone è calciato male e termina lontano dalla porta di Scuffet
7’st Opportunità per Brunori a due passi dalla porta di Scuffet, ma la sua deviazione è alta sulla traversa 
24’st Pareggio dello Spezia dopo una confusa azione d'attacco da parte della compagine di mister Italiano e una serie di imprecisioni difensive da parte della retroguardia biancazzurra: tiro di Bartolomei, palo e rete
26’st Vantaggio clamoroso da parte dello Spezia che in due minuti ribalta il risultato allo stadio Adriatico. Negli sviluppi di un corner, Gudjohnsen secca Kastrati gelando il pubblico biancazzurro
34’st Gol annullato a Brunori che interviene di coscia insaccando il pallone, ma l'arbitro vede un tocco di mano che non c'è! Clamoroso errore del signor Massimi di Termoli che si prende la responsabilità di fischiare un fallo che non esiste, annullando una rete sacrosanta dell'attaccante pescarese
38’st Tiro Cross di Brunori deviato a un passo da Scuffet che deve fare un miracolo per respingere con i piedi
46’st Colpo di testa di Ingelsson, servito da un cross dalla sinistra di Masciangelo, ma la palla è out.

 Fernando Errichi

 @RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 425

Condividi l'Articolo