Coronavirus. Lanciano. Libertà in azione: 'Aiuti per le imprese e investimenti nelle scuole'

"Alla luce dell'emergenza Covid 19, vanno completamente riviste le linee di indirizzo contenute nel bilancio di previsione 2020 del Comune, perché oggi le urgenze e le priorità sono diverse rispetto a qualche mese fa".

Lo chiedono Tonia Paolucci e Riccardo Di Nola, consiglieri del gruppo Libertà in Azione in consiglio comunale a Lanciano (Ch) e rivolgono un appello al sindaco Mario Pupillo e a tutta la maggioranza.
"Nei momenti del picco della pandemia - ricordano - abbiamo mostrato senso di grande responsabilità, confrontandoci con l'amministrazione con un supporto costruttivo e collaborativo. Ora, però, abbiamo rimarcato che è arrivato il momento di prendere decisioni importanti, per aiutare i nostri concittadini in questa difficile ripartenza, iniziando dalle famiglie: chiediamo progetti per bambini, ragazzi e anziani, sul modello di quanto sta avvenendo in altre regioni italiane, a partire dal Veneto".
I rappresentanti della minoranza concordano con la priorità data dal Comune agli investimenti sulle scuole.

"Va verificata l'areazione delle aule - continuano Paolucci e Di Nola - e controllati tutti gli infissi, per accertare se vadano modificati nei meccanismi di apertura, sostituiti o semplicemente manutenuti. Ma è indispensabile anche ridisegnare gli spazi, con nuovi layout e il posizionamento di banchi singoli.  Per questo chiediamo la costituzione di un gruppo di tecnici interni al Comune che si metta subito al lavoro ed esegua i necessari sopralluoghi, perché non possiamo farci trovare impreparati nel momento della riapertura, allungando i disagi che le famiglie stanno vivendo già da marzo scorso".

Libertà in Azione chiede anche maggiore attenzione per le attività economiche e commerciali.
"Non basta solo l'annullamento della Tosap - puntualizzano - perché le imprese, per riaprire, saranno obbligate ad affrontare spese notevoli per la sanificazione e la riprogettazione dei locali per assicurare il distanziamento. E' fondamentale che l'amministrazione preveda ulteriori incentivi, come la rinuncia ad incassare gli oneri di urbanizzazione sulle opere edili nei locali commerciali, che favorirebbero anche i tanti artigiani che operano in questo settore. Per finanziare le azioni, così come è stato fatto in altri Comuni, basterebbe utilizzare le economie di bilancio e quote dei mutui da contrarre per investimenti su opere che, alla luce della situazione contingente, possono aspettare ad essere realizzate".

Una piccola stoccata a Pupillo e ai suoi, Libertà in Azione la riserva sul tema della mancata approvazione di alcuni emendamenti presentati dal gruppo in sede di bilancio di previsione, in cui si prevedevano contributi per l'acquisto di attrezzature informatiche per le scuole elementari e interventi più incisivi sugli interventi sociali per il contrasto alla crisi economica.
"Iniziative di buon senso - concludono - che se avessero trovato l'appoggio della maggioranza, oggi sarebbero già operative e avrebbero potuto consentire la messa in campo di strumenti rapidi e immediati per affrontare l'emergenza".

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 575

Condividi l'Articolo