Coronavirus. Lanciano, Fratelli d'Italia: 'Ripartiamo da famiglie, partite iva e scuola

Un Consiglio comunale straordinario. Con le azioni da mettere in campo per “risollevare la città da questa grande crisi”. Chiede ed ottiene. A Lanciano (Ch) la richiesta del gruppo consiliare di Fratelli d’Italia - Paolo Bomba, Gabriele di Bucchianico e Roberto Gargarella - è stata accolta nello scorso consiglio comunale dell'11 maggio.

Così i 3 consiglieri: "Stiamo uscendo con prudenza dall’emergenza sanitaria per passare nella cosiddetta "fase 2" dopo un periodo di lock-down che ha fermato quasi tutte le attività ed ha ferito gravemente la nostra economia. Ora è il momento di iniziare a ripartire e di fare proposte concrete". il gruppo consiliare ha trovato sponda bipartisan: "La nostra richiesta è stata condivisa dagli altri consiglieri e dalla maggioranza.  Noi punteremo su tre grandi temi: la famiglia, le partite Iva, due settori fortemente colpiti dall’emergenza, e le scuole. La riapertura delle scuole è prevista per settembre e dobbiamo sfruttare questi mesi per far sì che si studino tutti i sistemi per poter consentire ai nostri ragazzi di tornare tra i banchi in sicurezza. Ripartire è oggi la parola d’ordine, ma abbiamo la consapevolezza che nulla sarà più come prima in quanto il distanziamento sociale e le misure di prevenzione del contagio penalizzeranno   tante attività economiche che vedranno ridurre notevolmente i loro fatturati. Dobbiamo quindi impegnarci tutti per aiutare la città a fronteggiare l’emergenza economica conseguente a quella sanitaria”.

I consiglieri, in una nota, hanno anche ribadito che dall'inizio di questa emergenza, il comportamento politico è stato “maturo” perché “in queste settimane, si è stretto intorno alle istituzioni senza fare nessuna polemica e mantenendo un tono basso per il momento particolare che si sta vivendo”. Bando dunque alle polemiche e adesso vai, nero su bianco, con i progetti.

Alessandro Di Matteo

@RIPRODUZIONE RISERVATA

totale visualizzazioni: 503

Condividi l'Articolo