Trasporti. In Abruzzo, ammonta a 115 milioni il Piano investimenti di Tua

L'azienda di trasporto pubblico regionale abruzzese Tua presenta il Piano strategico degli investimenti 2022-2024.

Carta in Risme A4 al prezzo più basso online

Ann. Carta per fotocopie al prezzo più basso

Apri

"Una sfida ecologica, flessibile, integrata e digitale; un punto di approdo e di partenza per lo sviluppo ulteriore dell’azienda. Saranno ben 115 milioni di euro investiti per la collettività”, ha detto il presidente di Tua, Gianfranco Giuliante, nel corso della presentazione del Piano.

All’iniziativa, a Pescara, hanno partecipato il sottosegretario alla Presidenza della Regione Abruzzo, Umberto D’Annuntiis; il direttore generale di Tua, Maxmilian Di Pasquale, e il sindaco di Pescara, Carlo Masci. Il Piano di investimenti è di 115 milioni di euro. Al rinnovo del parco rotabile sono destinati 83 milioni.

La Divisione ferroviaria - è stato spiegato - potrà mettere a disposizione della collettività 6 nuovi treni per un investimento complessivo di 55 milioni. Si tratta di 3 elettrotreni Coradia della Alstom che entreranno in servizio a maggio 2023. Per altri 3 treni ad idrogeno è stato pubblicato il bando ed entro fine anno avverrà la sottoscrizione del contratto.

Saranno 142 i nuovi autobus, per un investimento di 28 milioni. Più sostenibilità con 100 autobus a metano (22 milioni di euro) per i quali verrà pubblicato il bando entro giugno; 40 autobus a metano di tipo corto e 2 autobus ad idrogeno.

Saranno 32 i milioni di euro destinati allo sviluppo delle infrastrutture "nell’ottica di una maggiore sicurezza e miglioramento dell’efficienza". Per l'attrezzaggio tecnologico delle tratte ferroviarie gestite ci saranno 17 milioni. E’ già in itinere l’attrezzaggio della tratta Lanciano-San Vito. Per soluzioni e dotazioni informatiche ci saranno 10 milioni.

Cinque milioni sono destinati a potenziare le sedi e le infrastrutture dell’Azienda unica di trasporto. Per quanto riguarda le assunzioni: per il 2022 sono rappresentati da 12 profili amministrativi, 4 macchinisti, 4 manutentori per la manutenzione dei treni e 3 ingegneri a cui si aggiungono, in questo triennio, 100 operatori di esercizio, 60 dei quali mediante assunzione con contratto di apprendistato e 40 mediante assunzione con Contratto nazionale di lavoro. Tua ha inoltre sviluppato un progetto di formazione e riqualificazione del personale, "che si concretizza sia mediante affiancamento con il sistema del training on the job, sia mediante attività in aula e coaching". 07 maggio 2022

STEFANO SURIANI

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 641

Condividi l'Articolo