Lanciano. Simone, dalla passione per le carni alla Nazionale italiana macellai
GUARDA LE FOTO
 

Armato di coltelli e mannaie, pronto a tagliuzzare e sfilettare...

Carta in Risme A4 al prezzo più basso online

Ann. Carta per fotocopie al prezzo più basso

Apri

Dall'Abruzzo sarà in sfida, in una competizione europea, con la Nazionale italiana Macellai. Lui è Simone Di Ciano, 25 anni, di Lanciano (Ch). La passione per il commercio l’ha nel Dna, e come dice un vecchio detto popolare "Buon sangue non mente".

"Deciso e determinato, con un grande spirito imprenditoriale, sviluppa sin da giovanissimo una forte passione per il settore macelleria. Intraprende autonomamente un percorso formativo specifico attraverso studi e diverse esperienze lavorative in varie zone della sua regione. Forte delle conoscenze acquisite, della tradizione del suo territorio, della professionalità e etica lavorativa trasmessa dalla sua famiglia, nel 2015 introduce e gestisce all'interno dell'attività paterna "Salumi e formaggi di Antonio", il suo reparto macelleria, con particolare attenzione alle frollatura delle carni": questa la presentazione che la Nazionale fa di lui.

Affilate le lame, con la squadra azzurra, il 7 e 8 novembre prossimi, parteciperà all’attesissima Coupe d’Europe Boucherie, in programma a Clermont-Ferrand Polydome in Francia.  Si sfideranno, per due giorni, in eventi tecnici, i migliori macellai di Italia,  Spagna, Germania e Francia. Lavoreranno su diverse specie di carni, come vitello, manzo, maiale, agnello e pollame. In programma, per questa prima Coppa Europa, spettacoli e prove di velocità individuali, raccolte in una vetrina di quattro metri. La sua performance, che comprenderà tecniche di disosso e presentazioni di tagli anatomici, sarà completata dall’esposizione del banco di tutti i giorni in macelleria. 

Simone, felicissimo per la convocazione in Nazionale, ha iniziato ad avvicinarsi a questo lavoro dopo aver conseguito il diploma. "L’attività di famiglia - racconta - si stava ampliando: quest’anno il negozio ha festeggiato i 18 anni. Ho voluto intraprendere questa strada per dare man forte ai miei. Ho iniziato a fare la gavetta, piano piano, sotto la guida e il sostegno di papà Antonio. Ho maturato esperienza in giro per l’Abruzzo, per formarmi e crescere, per poi far ritorno nella rivendita di famiglia, dove nel 2015 ho avviato il reparto di macelleria. E' una professione che amo e nella quale cerco di portare innovazioni. Da sette anni, quindi, sono dietro al bancone della nostra boutique".

Dalla quale, nei prossimi giorni, il papà, la mamma Giuseppina e il fratello Federico, tra un cliente e l’altro, tra specialità genuine, casarecce, ma anche di nicchia, lo sosterranno. E anche dai social il tifo è scatenato. 04 nov. 2021

Linda Caravaggio
 
@RIPRODUZIONE VIETATA
totale visualizzazioni: 4884

Condividi l'Articolo