Sevel, arriva il premio produttivo. 'Risultato positivo, nonostante il coronavirus'

C'è il premio produttivo annuale per i dipendenti della Sevel di Atessa (Ch).

Stellantis Italia ha infatti comunicato alle organizzazioni sindacali i valori del bonus retributivo, "che - specifica il colosso metalmeccanico - sarà erogato questo mese ai dipendenti del gruppo, in relazione agli obiettivi di efficienza produttiva previsti dal contratto collettivo specifico". I risultati "variano a seconda delle performances realizzate" da ogni singola azienda.

"Sono confermati - viene ancora evidenziato - i risultati della maggior parte degli stabilimenti produttivi, tra i quali ancora una volta si distinguono Pomigliano e Verrone che per il settimo anno consecutivo hanno raggiunto l’eccellenza". Nel complesso, ai lavoratori, verrà "erogato mediamente un premio pari al 6% della retribuzione di riferimento, che corrisponde a circa 1.400 euro" lordi.

"La politica retributiva, introdotta nel luglio del 2015 e confermata dal rinnovo del 2019 - prima della fusione tra Fca e Groupe Psa -, - rimarca Stellantis - prevede di far partecipare tutti, direttamente, ai risultati di produttività e qualità del gruppo".

Nella fabbrica del Ducato le somme che saranno elargite, in un’unica soluzione nella busta paga di febbraio, con tassazione del 10% più la quota contributiva, sono di 1.305,28 euro per i lavoratori della prima fascia professionale, ex terzo livello; 1.400,79 euro per la seconda fascia e 1.719,15 per la terza. Cifre da riproporzionare per i part-time. 

"Sul premio di efficienza, - evidenzia la Fim Cisl - non ci saranno penalizzazioni nei casi di assenza retribuita da enti previdenziali assistenziali (malattia, infortunio, maternità, legge 104 ecc); in caso di cassa integrazione il premio c'è sempre, anche in assenza di maturazione dei ratei mensili. In un momento in cui le nostre vite continuano ad essere stravolte dal Covid-19 - aggiunge Fim -, gli affetti e la nostra quotidiana normalità messi nuovamente in forte discussione dalla variante Omicron, gli obiettivi sono stati raggiunti solo grazie alla determinazione e all'impegno dei lavoratori, che sono riusciti a mantenere la medaglia "silver" con 66 punti. Con l’inflazione che continua a crescere e le famiglie a perdere potere d’acquisto con enorme e concrete difficoltà, diamo una valutazione positiva a questo risultato. Inoltre siamo convinti della necessità di interventi strutturali da parte del Governo per mettere in sicurezza il mondo del lavoro, dialogando e ascoltando le proposte delle parti sociali".

"Il premio - commenta Nicola Manzi, Uilm - viene pagato nel rispetto degli accordi stipulati in passato. I risultati sono stati discreti, nonostante il coronavirus, che ha creato importanti criticità a livello di forniture". Spesso stoppando completamente l'attività in Sevel. 03 feb. 2022

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 2566

Condividi l'Articolo