Atessa. Honda Italia festeggia i primi 50 anni producendo un nuovo modello di scooter
GUARDA LE FOTO

Un nuovo scooter sarà prodotto, da dicembre, alla Honda Italia di Atessa (Ch).

E' quanto emerge durante le celebrazioni per i 50 anni dalla nascita dell'azienda, prima fabbrica insediata - era il 13 settembre 1971 - in Val di Sangro, oggi polo industriale tra i più importanti d'Italia. Il nuovo modello sarà presentato in anteprima all'Eicma, Esposizione internazionale delle due ruote in programma dal 25 al 28 novembre prossimi a Milano. Esso promette maggiore agilità nell'uso urbano, estetica con design da fuori strada e alta tecnologia.

Per Honda, dunque, prima giornata di festeggiamenti, oggi, con i 600 dipendenti, i vertici nipponici, autorità e sindacati. Per l'occasione visita del presidente di Honda Motor Europe, Katsuhisa Okuda. "Voglio congratularmi - inizia -. Qui ho notato ordine e organizzazione e visto la grande motivazione di tutti verso il proprio lavoro. Nel corso degli anni - afferma - ci sono stati cambiamenti che hanno reso sempre più alto il livello di competitività della Honda Italia, unico stabilimento che produce veicoli a due ruote in Europa, e da quest'anno capogruppo degli altri siti in Ue. Le mie aspettative su questa realtà sono altissime".

Al termine del suo discorso, Okuda firma lo speciale SH125 50esimo Anniversary personalizzato con livree tricolori. Il presidente Honda Italia, Hidenobu Nishida, sottolinea il "grande senso di unità e di lavoro di squadra" come "valore che ci contraddistingue. Dobbiamo essere orgogliosi - afferma - di quello che facciamo e di come lo facciamo, e cercare di migliorarci, contribuendo alla crescita del marchio. Nei prossimi anni dovremo affrontare grandi cambiamenti, nel campo della sostenibilità ambientale e garantire un futuro più green alle prossime generazioni".

Marcello Vinciguerra, direttore dello stabilimento: "Honda Italia da sempre viene considerata motore di sviluppo, azienda che promuove la cultura della integrazione e della collaborazione fra multinazionale, che opera a livello globale, e imprenditoria locale. Sono stati cinquant'anni di successi, di sfide, di qualità, di continue trasformazioni per adeguarsi a un mercato sempre più difficile e competitivo". Per il futuro? "Insieme alla nostra filiera, vogliamo diventare il polo europeo per i veicoli elettrici a due ruote, con una identità green e una flessibilità nei processi supportata dalla digitalizzazione".

Una storia positiva che parte dall'Abruzzo e che genera "orgoglio", come evidenzia il presidente della Regione, Marco Marsilio, che affronta anche il tema delle infrastrutture. Tra gli ospiti anche i vertici Uil, il sindacato più rappresentato e con più iscritti. Presenti Pierpaolo Bombardieri, segretario generale Uil, e Rocco Palombella, segretario generale Uilm, accompagnati da Michele Lombardo, segretario generale Uil Abruzzo, e Nicola Manzi, coordinatore regionale Uilm. Loro sottolineano "luci e ombre di una regione a forte vocazione industriale", considerate le tante crisi aperte.

"Mezzo secolo di modelli leggendari e alterne vicende che hanno consacrato Honda a livello europeo. Ora si aprono nuove sfide sociali ed ambientali, con ruoli che spettano alla direzione e manager, ma che alle istituzioni, quali Governo e Regione. Bisogna competere ancora di più ed essere all'altezza delle nuove sfide - evidenzia il sindaco di Atessa, Giulio Borrelli -. Noi sindaci della Val di Sangro abbiamo avanzato un contratto istituzionale di sviluppo perché c'è bisogno di attenzione e investimenti. Ora abbiamo anche il Pnrr e qui va messo anche una parte di studio per la ricerca innovativa del domani per le moto e furgoni, quindi anche per Sevel. Inoltre vanno create le infrastrutture per realizzare un contesto accogliente e competitivo per essere strategici per il settore automotive".

Attualmente tra gli scooter realizzati ci sono la serie SH, veri best seller, e la serie Forza, compreso il Forza 250 destinato esclusivamente al mercato turco. Arricchisce la gamma la moto entry level CB125F. 13 ott. 2021

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 4030

Condividi l'Articolo