Coronavirus. Pescara. La Fater produrrà centinaia di migliaia di mascherine

Il colosso Fater, nello stabilimento di Pescara, inizierà la produzione di un importante quantitativo di mascherine chirurgiche, certificate dall'Istituto superiore di sanità. Saranno 250mila i dispoditivi di protezione disponibili dalla settima prossima realizzate per contrastare il Covid-19.

La multinazionale, leader nel mercato di prodotti igienizzanti per ambienti e per la persona, come assorbenti e pannolini, dopo aver donato 300.000 litri di candeggina per igienizzare ambienti e superfici a favore dei presidi ospedalieri della Toscana, Emilia Romagna, Veneto, Abruzzo, Marche, Puglia, Calabria, Basilicata e parte della Lombardia, ha scelto di dare un ulteriore impulso alla propria attività, con la realizzazione di mascherine.

L'assessore regionale alle attività Produttive, Mauro Febbo, sottolinea come: "Questo governo regionale, all'indomani del decreto del Governo del 17 marzo scorso, si è messa subito al lavoro per rispondere al grido di aiuto che si alzato dagli ospedali, dalle strutture sanitarie, dagli operatori e dai territori sull'assenza di mascherine e dispositivi sanitari per la protezione personale. Il progetto, a totale tecnologia abruzzese ed a governance della Fater, è un ulteriore esempio della vitalità del "Cluster clip" che come Regione abbiamo deciso di cofinanziare nei programmi di crescita approvati dal ministero dello Sviluppo economico".

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1409

Condividi l'Articolo