Abruzzo. Marsilio: 'Bper, restano sedi Lanciano, Pescara e L'Aquila'. Sarà soppressa una dozzina di altri sportelli

E’ stato un incontro rassicurante per  tutti i diretti interessati, quello che si è tenuto questa mattina a Palazzo Silone a L’Aquila, tra il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, e Giuseppe Marco Litta, responsabile dell’area centro-est di Bper- Banca popolare dlel'Emila Romagna.

La sede centrale della Bper di Lanciano (Ch), che è quella interregionale Abruzzo e Molise, non sarà soppressa: questo è emerso dal confronto. "Litta - dice Marsilio - ha smentito  la chiusura della sede di Lanciano, che invece conserva l’organico e la propria funzione, compreso il centro per le imprese che di recente è stato potenziato".

"Sono state confermate le altre due sedi: quella storica, ex Carispaq, sul corso a L’Aquila e quella di Pescara. Mantiene poi in Abruzzo il contact center nazionale che a Chieti impiega 58 dipendenti. Purtroppo -  continua il presidente – la riorganizzazione prevede invece il taglio di una dozzina di filiali. Su questa decisione ho chiesto ai vertici dell’istituto di credito di fare ulteriori approfondimenti, di verificare fino in fondo se esistono possibilità di salvare qualche sportello. Litta ha fatto presente che questi due anni di pandemia hanno dato una forte accelerazione all’utilizzo dell’internet banking anche da parte di clienti che prima avevano le filiali fisiche come punto di riferimento e ciò ha portato all’accorpamento di quelle poco frequentate con quelle dei paesi vicini. Nonostante ciò è stato ampiamente ribadito che questa contrazione non comporterà diminuzione di personale. I livelli attuali verranno confermati e non si perderà un solo posto".

MARIA ISABEL AGANIPPE

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1645

Condividi l'Articolo