Atessa. Con 'Puliamo il Mondo' studenti a caccia dei rifiuti sulle sponde del fiume Sangro
GUARDA LE FOTO

Scenari da... spazzatura, con rifiuti di plastica, bottiglie di vetro e plastica, buste, rifiuti ingombranti (pneumatici esausti di camion e trattori, materiali edili sbriciolati, vecchi elettrodomestici, etc), e poi mozziconi di sigaretta e rifiuti di plastica monouso.

Ma i volontari di Legambiente non si sono arresi perché è “una battaglia di civiltà e un gesto d’amore per l’ambiente”. Con questo lo spirito ad Atessa (Ch) i ragazzi della scuola media di Montemarcone dell’istituto omnicomprensivo "Ciampoli-Spaventa" si sono rimboccati le maniche per la 28esima edizione di “Puliamo il Mondo”, iniziativa per sensibilizzare i cittadini sulla bellezza dell’ambiente e la sua tutela. Tanti volontari si sono prodigati per ripulire la zona di Piazzano vicina al campo sportivo, ma anche le sponde del fiume Sangro.

“Dobbiamo restituire dignità al territorio con controlli più capillari sullo stesso, con le sanzioni nei confronti di chi abbandona illecitamente i rifiuti. La valorizzazione naturalistica e ambientale del fiume e degli argini richiede una maggiore tutela rispetto a quella che abbiamo visto finora”, dichiara Rebecca Virtù, presidente del Circolo Legambiente di Atessa. Anche soddisfazione per il lavoro svolto: “Abbiamo registrato una grande partecipazione sul territorio alla nostra campagna storica e ciò ci riempie di orgoglio. ‘Puliamo il Mondo’, nonostante il passare degli anni, cresce e si rinnova”. Criticità, purtroppo sono state registrate: “Costante è, invece, la presenza di rifiuti abbandonati. In particolare in queste giornate abbiamo notato una situazione critica “dal punto di vista ambientale lungo il fiume Sangro vicino agli argini e sotto i ponti. Il Sangro, che rappresenta fisicamente e simbolicamente il cuore del nostro territorio, non merita di essere soffocato da plastica e rifiuti ingombranti”.

Elogi ai volontari-studenti anche da parte di Pasquale Zaccardi, assessore all’Ecologia e Ambiente del Comune di Atessa: “La presenza dei ragazzi oggi ci fa ben sperare per il futuro: hanno mostrato una straordinaria sensibilità sui temi ambientali. L’amministrazione comunale ha migliorato in questi anni il servizio di raccolta rifiuti porta a porta, ha potenziato il Centro di raccolta di Capragrassa, ha investito nel Centro del riuso gestito da Legambiente che ora ha una sede più ampia e funzionale. I cittadini hanno a disposizione tutti gli strumenti per smaltire i rifiuti in maniera corretta. Oggi quest’area è stata bonificata grazie al lavoro dei volontari, ci auguriamo che resterà così. Da parte nostra aumenteremo i controlli”.

‘Puliamo il Mondo’ si concluderà sabato 17 ottobre con una grande giornata di pulizia delle sponde del lago di Bomba alla quale hanno aderito con molto entusiasmo tutti i comuni che si affacciano sul lago: Bomba, Atessa, Colledimezzo, Pietraferrazzana, Villa Santa Maria e Pennadomo.

Alessandro Di Matteo

@RIPRODUZIONE RISERVATA

totale visualizzazioni: 270

Condividi l'Articolo