'Situazione in carcere Lanciano impossibile...'. Nuove aggressioni ad agenti penitenziari

"Nel carcere di Lanciano (Ch) la situazione è insostenibile. La polizia penitenziaria è costretta a lavorare in un clima terribile. Solo nel 2019 abbiamo subito un'aggressione fisica mediamente ogni 40 giorni per un totale, ad oggi, di 9 con prognosi". E' quanto denuncia, in una nota, Uilpa Polizia Penitenziaria.

"E poi - prosegue - una sequela infinita e giornaliera di minacce e vessazioni che hanno creato un senso di impotenza negli operatori che non sono messi in condizione di esprimere la loro professionalità; di contro la popolazione detenuta sta approfittando della situazione per esprimere il proprio disappunto contro la legge, colpendo i rappresentanti dello Stato".

Lunedì 2 dicembre scorso - viene fatto presente - un assistente capo coordinatore di polizia penitenziaria è stato assalito da un detenuto campano del circuito alta sicurezza, riportando una prognosi di 7 giorni. Episodio avvenuto, tra l'altro, durante una visita informale del provveditore regionale dell'Amministrazione penitenziaria Lazio, Abruzzo e Molise, Carmelo Cantone. Il 6 dicembre un altro detenuto del circuito alta sicurezza si è scagliato contro un sostituto commissario, procurandogli ferite e contusioni. La parte peggiore di questa storia è che quello stesso detenuto pugliese aveva tempo fa introdotto telefoni cellulari nell'istituto, minacciando pesantemente lo stesso sostituto commissario".

Il segretario generale Regionale Uil-Pa Abruzzo, Ruggero Di Giovanni, ricorda: "Il capo del Dipartimento, Franco Basentini, il 9 ottobre 2018, aveva emanato una circolare in cui annunciava che 'saranno immediatamente trasferiti in altri istituti, anche lontani, per gravi motivi di sicurezza i detenuti responsabili di aggressioni, anche solo tentate, agli agenti di polizia penitenziaria, al personale sanitario, agli operatori o ad altri detenuti o che abbiano messo in atto qualsiasi evento a carattere violento o danneggiato beni dell'amministrazione'. Evidentemente, - conclude il sindacato - queste disposizioni non hanno effetto...".

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1686

Condividi l'Articolo