Vignetta catastrofe Hotel Rigopiano: Farindola querela Charlie Hebdo. E pure Amatrice si vendica...
GUARDA LE FOTO

La vignetta del settimanale francese "Charlie Hebdo" sulla tragedia dell'Hotel Rigopiano, su cui si è abbattuta una valanga, ha fatto rivoltare il sangue a tutto lo Stivale. E il sindaco di Farindola, Ilario Lacchetta, rende noto di aver dato mandato affinché venga predisposta una querela nei confronti della rivista e degli autori della vignetta. Una decisione in linea con quella presa nei mesi scorsi ad Amatrice (Rieti), oggetto, dopo il terremoto, di un'altra illustrazione ignobile della rivista d'oltralpe. 

 
Drammatica la vicenda del Rigopiano, con i soccorsi frenetici; con morti e feriti e sopravvissuti; con l'Italia che segue col fiato sospeso la sorte dei 23 ancora dispersi tra neve, ghiaccio e macerie. Nella vignetta del giornale francese si vede la morte, con gli sci ai piedi e due falci al posto delle racchette, che scende lungo una pista innevata. Sopra di lei un cielo rosso sangue, case e alberi che rotolano giù dalla montagna. "La neve è arrivata - si legge nella vignetta - non ce ne sarà per tutti". Così il Comune di Farindola ha deciso di denunciare. E non è finita. 
Perché il sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, indignato, già scottato dalla vergognosa vignetta sulle vittime del sisma, oltre ad adire le vie legali, a tanto cattivo gusto ha risposto: a vignetta con altre vignette. E le ha postate su Facebook, come del resto hanno fatto quelli di Charlie Hebdo. 22 gennaio 2017
 
Serena Giannico
 
In alto una delle vignette di risposta del sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi
In basso la vignetta di Chalie Hebdo sulla catastrofe di Rigopiano
Cliccare su immagini per ingrandire
@RIPRODUZIONE VIETATA
totale visualizzazioni: 2569

Condividi l'Articolo