Tragedia Rigopiano. Quella telefonata del cameriere alla Croce Rossa: 'Albergo da evacuare'. Erano le 10 di mattina...
GUARDA LE FOTO
Già alle 10 di mattina, di quel terribile 18 gennaio 2017, dall'Hotel Rigopiano di Farindola (Pe) partì la richiesta di aiuto, alla Croce Rossa di Penne. E ad inoltrarla, con una telefonata in cui si chiedeva lo sgombero dell'albergo, isolato e sommerso da incredibili nevicate, fu Gabriele D'Angelo, cameriere del resort.  D'Angelo sarà una delle vittime della valanga che nelle ore successive ha travolto la struttura ricettiva. La sua richiesta è segnata sul brogliaccio in cui, come ha mostrato oggi il Tg3 Abruzzo, sono annotate le chiamate: si distingue il nome di D'Angelo e a fianco la specifica richiesta... "Hotel Rigopiano evacuazione". Fu presa in considerazione quella chiamata?
Poi, per tutta la giornata e fino al momento del disastro, a sollecitare interventi, con i clienti terrorizzati dalle scosse di terremoto che si susseguivano, fu anche il titolare dell'albergo Roberto Del Rosso. Messaggi e whatsapp integri, su cui sono ancora in corso accertamenti. 

L'inchiesta in  corso sulla tragedia, portata avanti dalla Procura di Pescara, ha ben delineato come gli ospiti dell'hotel di lusso in quelle ore fossero preoccupati a  causa del sisma e a Penne, in concomitanza con le terribili condizioni climatiche di quelle ore, era stato aperto dalla Croce Rossa la sede del Centro operativo comunale (Coc) e del "Posto di coordinamento avanzato", su disposizione dell'ex prefetto di Pescara, Francesco Provolo. Questa telefonata, registrata sul libro, fa parte di una lunga serie di appelli: a fianco alla richiesta di d'Angelo si leggono frequenti richieste a sgombero neve e a mancanza di corrente. Che i clienti del resort volessero ripartire è emerso da svariate testimonianze e documentazioni; molti di loro avevano fatto i bagagli e li avevano messi in auto in attesa dell'arrivo degli spazzaneve per liberare la strada. Ma invece dei soccorsi, arrivò la slavina, con morte e distruzione.
07 novembre 2018

@RIPRODUZIONE VIETATA
totale visualizzazioni: 603

Condividi l'Articolo