Sisma. Al via la Lunga marcia nelle Terre mutate...
GUARDA LE FOTO

Sono trascorsi dieci anni dal sisma dell'Aquila e sono ancora vive le immagini dei terremoti che nel 2016 e 2017 hanno colpito quattro regioni del Centro Italia, ossia Marche, Umbria, Lazio e Abruzzo. Per dare un contributo concreto alla rinascita delle aree ferite dal sisma, una rete di organizzazioni ed enti promuove la "Lunga marcia nelle Terre mutate", viaggio partito da Fabriano il 24 giugno per arrivare a L'Aquila il 7 luglio con l'obiettivo di promuovere un percorso di conoscenza, solidarietà e incontro.

Si tratta di 14 giorni di marcia, 250 chilometri di cammino per conoscere le storie, i protagonisti e i progetti di rinascita delle comunità devastate, che resistono e intendono ricostruirsi un proprio futuro.

L'itinerario è immerso, per circa l'80%, in due delle aree protette tra le più interessanti d'Italia, sia dal punto di vista morfologico che per la biodiversità: il Parco nazionale dei Monti Sibillini e il Parco nazionale Gran Sasso e Monti della Laga. Un percorso che mette in rete 13 comuni delle quattro regioni  e che vede il coinvolgimento di oltre 100 aziende e professionisti del settore turistico, nonché decine di associazioni che insieme lavorano a un progetto corale di rilancio del territorio.

La passeggiata... tellurica, a un anno dalla sua nascita, vede già i primi camminatori e ciclisti avventurarsi in quello che viene definito il primo percorso solidale d'Italia. "La lunga marcia è quella intrapresa da cittadini e territori sin dal giorno dopo il sisma. Un percorso complesso, faticoso ma, al tempo stesso, esaltante e pieno di continue scoperte. Le stesse che potranno osservare quanti intraprenderanno un viaggio dai ritmi lenti, riflettuto e contemplativo. Un modo per assaporare, vivere e conoscere luoghi in transizione e apprezzare il grande sforzo che si sta compiendo per curare e  guarire definitivamente ferite ancora aperte", dichiara il sindaco dell'Aquila, Pierluigi Biondi.

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 225

Condividi l'Articolo