Destinazione Abruzzo... Dalla Regione campagna di promozione turistica nazionale

Destinazione Abruzzo. E' il progetto di promozione turistica presentato oggi in Regione e "legato al rilancio ed alla ripartenza in sicurezza".

"Questa situazione di stallo e di crisi ci ha permesso di individuare i punti di forza già consolidati della nostra terra e i punti di debolezza da dover colmare per delineare un posizionamento rilevante e identificativo dell'Abruzzo. Che ha forti potenzialità per essere considerato una destinazione allettante, per tutti coloro che vivono nelle regioni e nazioni vicine alla nostra". Così l'assessore regionale al Turismo, Mauro Febbo, che svela che "il primo spot andrà in onda domani sera su RaiUno prima e durante l'intervallo della partita di Coppa Italia tra Juventus e Milan".

Le bellezze dell'Abruzzo, aggiunge, "verranno raccontante attraverso una vasta pianificazione sulle reti nazionali televisive - Rai e Mediaset - e su quelle regionali, in una capillare comunicazione sulle principali testate cartacee sia locali che nazionali, sulle testate on-line e sui social, spot sulle radio regionali e nazionali e su altri diversi mezzi, come la cartellonistica ecc...". Un risultato, sottolinea Febbo, "che posiziona l'Abruzzo finalmente e con orgoglio al pari delle altre destinazioni turistiche italiane più famose. Il messaggio che si intende comunicare - spiega l'assessore - è di "invitare a visitare e a vivere" una terra di cui ci s'innamora, dove fruire della natura, immergendosi in ambienti incontaminati, ricca di luoghi e tradizioni locali, attraverso un'esperienza irripetibile".

L'obiettivo, rileva, "è far comprendere che in Abruzzo c'è la possibilità di scoprire percorsi esperienziali inediti che lo condurranno a scoprire eccellenze ed itinerari del gusto, del paesaggio, dello sport e della vacanza attiva, della montagna, del benessere e della cultura. Applicheremo tutti i protocolli di sicurezza in maniera impeccabile affinché i visitatori si sentano tranquilli in ogni momento". Qui, conclude Febbo, "il turismo vale circa il 13% del Pil e per questo Governo regionale rappresenta una risorsa ed una priorità dove investire per rilanciare, soprattutto dopo il lockdown, un settore strategico per la crescita".

Questa promozione, sottolinea il direttore del Dipartimento Turismo, Germano De Sanctis, "contiene una strategia nel lungo periodo. L'Abruzzo è unico poiché un terzo del proprio territorio è sottoposto a tutela, un patrimonio naturalistico immenso: tre parchi nazionali (lo storico Parco d'Abruzzo, Lazio e Molise, e quelli del Gran Sasso-Laga e della Majella); un'area marina e costiera protetta (Torre di Cerrano); un Parco regionale (Sirente-Velino); oltre 30 riserve e oasi naturalistiche e la meravigliosa Costa dei Trabocchi, con un suggestivo percorso ciclopedonale dove ammirare posti unici". 

"Nei giorni di lockdown, - evidenzia il dirigente del Servizio Turismo, Francesco Di Filippo - questo assessorato ha continuato a lavorare creando una sezione-contenitore denominato #abruzzoacasatua con l'obiettivo di mantenere vivo il dialogo tra il brand "Abruzzo" e gli utenti chiusi nelle proprie abitazioni, e di "abbattere" le distanze tra le due parti, quella narrante e quella dei lettori, facendo scoprire le nostre meraviglie. Siamo riusciti a raggiungere migliaia (circa 1100 al giorno) di utenti che attraverso Instagram e Facebook hanno visitato il portale della Regione". Il visual della campagna, dichiara Adnkronos Comunicazione, società che ha idealizzato e realizzato la campagna, "è incentrato sullo 'slittamento semantico' tra i termini 'istantì e 'distanti', giocando con i loro significati per evocare sia magnifici momenti di cui una vacanza in Abruzzo è garanzia, sia quel distanziamento sociale capace di rassicurare, oggi come non mai. Il messaggio è pensato per poter sensibilizzare i target che può raggiungere più utenti e visitatori possibili: famiglie, sportivi, gruppi organizzati e giovani dinamici".

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 374

Condividi l'Articolo