L'Istituto alberghiero 'Marchitelli' di Villa Santa Maria salvo dall'accorpamento

 Alla fine l’Istituto alberghiero “Marchitelli” di Villa Santa Maria (Ch) la spunta, rimanendo fuori da ogni forma di dimensionamento, o accorpamento, e quindi resta in possesso della piena autonomia.

La Giunta regionale d’Abruzzo, con delibera 1 del 3 gennaio 2024, ha deciso infatti di riconoscere la “specificità” della prestigiosa scuola dei cuochi adeguandosi, di fatto, alle indicazioni ministeriali che dettano di procedere agli accorpamenti solo in caso di sottodimensionamento, salvaguardando comunque le “specificità” e le “scuole di montagna”.

In un primo momento il Comitato tecnico regionale aveva espresso il parere di giungere ad un accorpamento tra l’Istituto comprensivo di Quadri "Benedetto Croce" e l’Ipssar di Villa Santa Maria poiché entrambi al di sotto dei numeri minimi di iscritti. Tale prospettiva aveva fatto insorgere alcuni sindaci e sindacati, con ripetuti incontri divulgati dalle locali reti televisive e dalla stampa regionale. Mobilitata pure la Provincia di Chieti che, con il presidente Francesco Menna, si è espressa contro l'accorpamento, minacciando, se ci fosse stato, anche il ricorso al Tar.

La Giunta regionale, sulle indicazioni della Provincia, ha ritenuto che in questo angolo d’Abruzzo i due istituti scolastici svolgono una importante funzione sociale che va al di là degli sterili numeri. Una eventuale e scellerata fusione in una unica realtà amministrativa avrebbe costretto ad una innaturale convivenza le esigenze di bambini della materna, delle elementari, delle medie, con quelle delle superiori (Ipssar) e del Convitto maschile e femminile annessi a quest’ultima scuola. Non solo ma avrebbe mortificato la secolare tradizione gastronomica di Villa Santa Maria, grazie alla quale politici ed amministratori lungimiranti istituirono una scuola tra le più conosciute ed amate.

E poi comuni come Gamberale (1340 metri sul livello del mare), Pizzoferrato (1251 metri di altitudine), Borrello (900 ), Civitaluparella (903 ) i cui bambini sono iscritti all’Istituto comprensivo di Quadri, non sono certamente comuni rivieraschi… Dunque salvaguardate “montagna” e “specificità” proprio come detta il Miur. 05 gen. 2024

VITO PAOLINI

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1494

Condividi l'Articolo