Via Verde della Costa dei Trabocchi: con Giro d'Italia arriva pure l'inaugurazione

A pochi giorni dal via della "Grande Partenza" del Giro d’Italia (6 maggio) sulla quale si correrà la crono della 106ma edizione della corsa rosa, e in coincidenza con i lavori di rifacimento del manto stradale sulla riviera di Fossacesia Marina (Ch), il presidente della Provincia di Chieti, nonché sindaco di Vasto (Ch), Francesco Menna, annuncia che il 27 aprile ci sarà il taglio del nastro per l'apertura ufficiale della "Via Verde", la ciclabile della Costa dei Trabocchi. Giusto in tempo, verrebbe da dire.

Ma il tempismo (!?) non mette da parte ritardi che hanno accompagnato in questi anni la realizzazione di un’opera che doveva essere bell'e pronta tempo fa, gli annunci e persino le varie cerimonie inaugurali che si sono tenute sulla ciclovia. E poi, diciamocela tutta, l’apertura riguarderà solo un tratto della "Via Verde": il percorso si interrompe a Lago Dragoni, nel comune di Torino di Sangro, e nella zona porto di Vasto a Casalbordino. La Provincia ha stanziato 9 milioni di euro per sistemare il percorso anche in quei punti, e nel frattempo gli amanti della bici, compreso intere famiglie, finiranno sulla Statale Adriatica 16 per superare le interruzioni. Non c’è da meravigliarsi se si riflette sul fatto che finora si è corso a piedi, passeggiato e pedalato lungo un tracciato che in realtà era un cantiere.

Ma tant’è. Fra qualche giorno si fa festa ed è questo quel che conta. Le televisioni al seguito del Giro riprenderanno da ogni angolatura la Costa dei Trabocchi e la Via Verde, le proietteranno in tutto il mondo con  soddisfazione dell'Abruzzo, che avrà di che vantarsi. Una Provincia di Chieti super impegnata in questo periodo. C’è da rifare pure l’asfalto e la segnaletica a terra in alcune località interessate alla corsa. A cominciare dal Lungomare di Fossacesia Marina.

La Regione ha reso noto solo qualche giorno fa d’aver stanziato 350 mila euro, ma siccome i tempi sono stretti, ha chiesto alla Provincia di procedere comunque alla gara e di affidare l’appalto. I tempi burocratici hanno fatto il resto per cui i lavori inizieranno la prossima settimana. Così, alcuni eventi che si dovevano tenere sulla riviera, o saranno spostati ad altra data, oppure verranno annullati. L’intero lungomare sarà un cantiere a cielo aperto e quindi la presenza di persone o metter su allestimenti non sarebbe possibile per ragioni di sicurezza.

Per la cronaca, la cerimonia d’inaugurazione della ciclopedonale prevede alle ore 10.30 il ritrovo nei pressi della galleria Ortona 1, con ingresso alla pista da Lido Saraceni di Ortona. Prevista una pedalata “rosa” nel tratto tra Ortona e Torino di Sangro; la presentazione del murales “In Eterno Fantini” e lo scoprimento di una targa in memoria dell’architetto Valerio Andrea Ursini, che molto si è prodigato per il recupero dell’ex tracciato ferroviario. 19 apr. 2023

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 3856

Condividi l'Articolo