Vasto, una petizione contro i cinghiali
GUARDA LE FOTO
Una petizione per sensibilizzare i cittadini, ma soprattutto le istituzioni, sul problema dei cinghiali. E’ questa l’iniziativa del comitato cittadino "Terre di Punta  Aderci", presentata durante una conferenza stampa al bar Ferri, al porto di Vasto (Ch). Il comitato è affiancato da altre associazioni, quali il Comitato  di quartiere San Lorenzo, l'associazione DLC (Donne Libere di Comunicare), Associazione San Martino, Associazione Pagliarelli, il Circolo Socio Culturale San Antonio Abate.
 
Michele Bosco, neo-presidente del comitato, ha parlato della difficoltà che incontrano i proprietari agricoli e coltivatori dei terreni siti nei pressi della riserva, che vedono spesso distrutti i raccolti dagli ungulati, con gravi danni. Senza contare gli evidenti pericoli potenziali per quanti percorrono le strade: spesso incappano in gruppi di cinghiali, anche di grosse dimensioni; e gli incidenti non mancano. La questione - è stato sottolineato - interessa anche "i turisti e i bagnanti che, specie d'estate, affollano le spiagge ed i sentieri compresi del territorio della riserva". In provincia di Chieti il problema è stato anche portato da decine di sindaci all'attenzione del prefetto, ma finora non è stato fatto molto. Il comitato ritiene che la formula della petizione sia lo strumento adatto per informare ed esortare le istituzioni a tutti i livelli, per trovare la soluzione più ottimale.
 
La petizione chiama in causa il Comune di Vasto, la Regione Abruzzo, l'Ispra e la cooperativa Cogecstre, in qualità di gestore della riserva di Punta Aderci. 
 
 28 luglio 2018
 
 Stefano Suriani
 
 @RIPRODUZIONE VIETATA
Carta in Risme A4 al prezzo più basso online

Ann. Carta per fotocopie al prezzo più basso

Apri
totale visualizzazioni: 1872

Condividi l'Articolo