Lanciano. La carica dei 7.900 studenti... Prima campanella il 17 settembre

E' già tempo di scuola. Da giorni famiglie indaffarate per gli acquisti di libri e materiale didattico. Quest’anno la popolazione scolastica di Lanciano è di 7.915 alunni, grandi e piccini, con 183 unità in meno rispetto allo scorso anno. I nidi sono già aperti da alcuni giorni, così come pure altri istituti, ma la maggior parte aspetta ancora la prima campanella.

"I servizi mensa e trasporto scolastico partiranno regolarmente col calendario ufficiale della regione Abruzzo, il 16 settembre – dice l’assessore competente e vice sindaco Giacinto Verna. Per Lanciano significa però giorno 17, essendo il 16 festa patronale". L’istituto comprensivo più grande (Infanzia, elementari e medie) è la Umberto I° con 1.230 alunni. Seguono Don Milani (901), Mazzini (868) e D’Annunzio (629). In totale 3.619 studenti.

Gli istituti superiori ne hanno invece 4.067. Il De Titta fa la parte del leone con 1.106 iscritti, seguono il Galilei (1.094), Da Vinci (667), Vittorio Emanuele (439), Palizzi (279), Fermi (268), De Giorgio (214). Infine le scuole paritarie con 229 alunni (Paolucci, Gesù Bambino e Sacri Cuori).

Per garantire sicurezza e tranquillità partiti manutenzione e nuovi lavori. Due nuove aule si stanno allestendo all’Infanzia Maria Vittoria, inoltre altri 6 mila euro stanziati per banchi, sedie e arredi di alcuni plessi. In partenza poi interventi di sicurezza per oltre 2 milioni e 200 mila euro. Inoltre 320 mila euro di lavori edili e interventi antincendio in corso alle medie Mazzini, D’Annunzio e Umberto I, oltre che all’Infanzia di Torre Sansone. Quindi appalto urgente per un altro milione e 900 mila euro per l’adeguamento sismico. Per la messa in sicurezza della elementare Olmo di Riccio ci sono 1 milione e 253 mila euro e per l’Infanzia D’Amico 690 mila. Interventi della durata di un anno così alunni pronti al trasferimento a giorni. La D’Amico sarà ospite della elementare Bellisario mentre quella di Olmo di Riccio dell’Istituto De Giorgio e per questi alunni ci sarà apposito bus navetta. La Olmo di Riccio sarà interessata da lavori di adeguamento sismico, superamento barriere architettoniche, efficienza energetica, infissi e manutenzione straordinaria, mentre la D’Amico avrà l’adeguamento sismico. 

Walter Berghella

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 346

Condividi l'Articolo