Sasi, bollette dell'acqua in ritardo: fioccano le proteste. 'Colpa della ditta a cui e' stato affidato il recapito'

Fioccano, da settimane, all'indirizzo della Sasi (società di gestione del servizio idrico integrato), lamentele per ritardi e disagi nella consegna delle bollette. Una situazione di forte criticità che sta mettendo a dura prova la pazienza degli utenti e sta creando non poche difficoltà alla società che - viene fatto presente in una nota - "mai avrebbe immaginato di dover affrontare un problema di questo tipo, soprattutto alla luce delle scelte fatte che miravano proprio a rendere più efficiente e veloce il servizio". “Abbiamo dovuto fare una gara per la stampa, l'imbustamento e la spedizione delle fatture perché il precedente contratto era in regime di proroga e bisognava andare a un nuovo affidamento – spiega il presidente Sasi, Gianfranco Basterebbe -. La gara è stata vinta da una società che ha la sede a Sulmona (Aq) e che gestisce anche il recapito avendo le autorizzazioni del caso e i requisiti richiesti per la consegna. Nel mese di ottobre è stato sottoscritto il contratto e già nei primi lotti affidati abbiamo rilevato ritardi e inefficienze nelle consegne".

"Non siamo rimasti in silenzio, - evidenzia - né abbiamo ignorato il problema, anzi. Abbiamo subito provveduto a inoltrare contestazioni circostanziate alla ditta, facendo presente la situazione. In via cautelativa abbiamo sospeso già da un mese l'applicazione degli interessi di mora per il ritardato pagamento e provvederemo alla decurtazione e al riaccredito delle prossime bollette per quegli utenti ai quali non è stata recapitata in tempo la fattura e quindi non hanno effettuato il pagamento entro i termini stabiliti". La Sasi dunque, sta correndo a i ripari e sta cercando di risolvere in maniera definitiva la vicenda. "Siamo spiacenti per la situazione che si è creata e stiamo mettendo in atto tutte le misure e le azioni idonee a risolverla - conclude Basterebbe -. I nostri sportelli sono a disposizione per accogliere tutte le richieste di informazione e chiarimenti da parte degli utenti".

@RIPRODUZIONE VIETATA

 
 
 
 
totale visualizzazioni: 1003

Condividi l'Articolo