Reti idriche colabrodo in Abruzzo: 48 milioni da Pnrr, 14 per la società Sasi

Il ministero delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibili ha assegnato all'Abruzzo, nell’ambito del Pnrr, oltre 48 milioni relativi a cinque progetti volti a ridurre le perdite di acqua potabile delle condotte idriche. 

Carta in Risme A4 al prezzo più basso online

Ann. Carta per fotocopie al prezzo più basso

Apri

Ad annunciarlo il presidente della Regione, Marco Marsilio, e il vicepresidente, Emanuele Imprudente, con delega al servizio idrico e integrato. "I progetti finanziati, oltre a ridurre le perdite di acqua, - dicono -  consentiranno di dotare gli acquedotti di strumentazioni e sistemi di controllo digitali e innovativi per la localizzazione e la riduzione delle perdite, favorendo la gestione ottimale delle risorse idriche, riducendo gli sprechi e limitando le inefficienze, migliorando di conseguenza la qualità del servizio erogato ai cittadini. Attraverso l’Ersi sono stati presentati progetti importanti per l’intero sistema idrico regionale; solo - si fa ancora presente -: quello relativo alla Gran Sasso Acque è stato ammesso ma non finanziato. Contiamo, però, che con i successivi finanziamenti, previsti per il mese di ottobre, anche quest’ultimo intervento possa essere finanziato". 

Questi gli interventi finanziati: Aca Spa, sub ambito pescarese, 13.842.016,83 euro (su una richiesta di 15.842.016,83); Ruzzo Reti Spa, sub ambito teramano, 8.770.743,33 euro (su una richiesta di 11.670.743,33); Saca Spa, sub ambito Peligno, 5.013.791,00 (su una richiesta di 5.313.791,00); Cam Spa, sub ambito marsicano, 6.123.862,00 (richiesta interamente accolta); Sasi Spa, 14.436.909,37 (su una richiesta di 17.440.249,47).

E’ stato ammesso in attesa di finanziamento il progetto di Gran Sasso Acque Spa, relativo al sub ambito aquilano, per un importo di 5.754.345,80. 26 ago. 2022

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1091

Condividi l'Articolo